Bagnaia getta le basi per il 2022: l’obiettivo è il titolo

Pecco Bagnaia ha rilasciato delle dichiarazioni interessanti in merito alla stagione 2021, chiarendo un concetto non evidente a tutti.

Pecco Bagnaia (GettyImages)
Pecco Bagnaia (GettyImages)

Pecco Bagnaia ha detto addio alle speranze di titolo mondiale, a seguito dello scivolone in curva 15 nel GP dell’Emilia-Romagna. Il centauro della Ducati ha mollato il colpo sul più bello, dopo un weekend da assoluto protagonista. Il torinese aveva un unico obiettivo, ovvero vincere per tenere aperte le possibilità di titolo mondiale fino al termine del campionato.

Pecco Bagnaia ha commesso un errore grave a Misano, consegnando nelle mani di Fabio la prima corona della sua carriera. Sia per il francese che per l’italiano il 2021 rappresentava la ghiotta occasione di giocarsi il titolo mondiale, al netto di un incredibile recupero fisico di Marc Marquez che non è avvenuto. Lo spagnolo ha vinto a Misano e in altre due occasioni, ma non è stato in grado sin dall’inizio di reggere il passo dei due grandi protagonisti della stagione 2021.

Pecco Bagnaia, dopo due annate nel team Pramac, è stato promosso nella squadra ufficiale di Borgo Panigale. Il salto in avanti è stato notevole e dopo un quindicesimo e un sedicesimo posto in MotoGP nel 2019 e 2020, il pilota piemontese è stato il primo avversario di Fabio Quartararo. Quest’ultimo, come Pecco, nel 2021 ha corso nel team ufficiale della Yamaha al posto di Valentino Rossi.

L’eredità di Bagnaia è stata altrettanto pesante dopo la rivoluzione della Rossa che ha salutato Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Dopo il titolo costruttori nel 2020, la squadra di Borgo Panigale ha puntato forte sull’italiano e Jack Miller.

La confessione di Pecco Bagnaia

Il pilota secondo in classifica ha dichiarato che il 2021 è stato un importante anno di crescita e che il titolo non era un obiettivo al suo primo anno nel team ufficiale Ducati.

“Lo scorso anno ho concluso il mondiale al 16° posto – ha analizzato Pecco Bagnaia ero abbastanza indietro. Il nostro obiettivo nel 2021 era imparare e crescere perché la scorsa stagione ero ben lontano dalla top 10. Alla vigilia, quest’anno non era l’anno per ottenere la vittoria del titolo mondiale”.

Va detto che poteva, però, essere l’anno giusto per Bagnaia e la Ducati. Marc Marquez sembra sulla strada del ritorno ai massimi livelli in vista del 2022 e Fabio Quartararo ha fatto degli enormi passi in avanti in termini di maturità e velocità. Non sarà facile per Bagnaia confermarsi ai vertici della classifica nella prossima stagione.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, clamoroso Fabio Quartararo: ecco che numero sceglierà nel 2022

“Abbiamo fatto un buon lavoro, non credo dovremmo essere arrabbiati per aver perso il titolo. Non era l’obiettivo primario quest’anno. Credo di aver imparato molto nelle ultime quattro gare. Sono sempre in lotta per il top, in piste diverse e ciò è cruciale in vista della prossima stagione. È un incredibile passo in avanti quello che abbiamo fatto rispetto a inizio stagione. Dobbiamo essere felici”, ha concluso Pecco Bagnaia.