MotoGP 2022: ecco il calendario delle presentazioni

La MotoGP si prepara alla stagione 2022, e due team hanno annunciato il loro launch day. Ecco di chi si tratta e quando è previsto.

MotoGP (Getty Images)
MotoGP (Getty Images)

Da poco più di un mese si è chiuso il campionato di MotoGP targato 2021, con l’assegnazione del mondiale piloti alla Yamaha di Fabio Quartararo e del costruttori e team alla Ducati. La casa di Borgo Panigale guarda con enorme fiducia al futuro, dopo le quattro vittorie nelle ultime sei corse di Pecco Bagnaia.

I test di Jerez che hanno seguito l’ultimo appuntamento, nei quali sono state provate le prime novità in vista del prossimo campionato, hanno confermato la dittatura di Borgo Panigale, con il torinese al top con oltre mezzo secondo di vantaggio sul neo-campione del mondo. Questi risultati non fanno altro che incrementare i dubbi di rinnovo nella testa del francese, non molto convinto del progetto della casa di Iwata.

La MotoGP ora è in vacanza, e tornerà in pista soltanto a febbraio nei test di Sepang. In Malesia, l’attesa è tutta per vedere se Marc Marquez tornerà in sella alla sua Honda o meno, ma bisognerà capire lo stato della sua diplopia. L’inizio del mondiale è fissato per il 6 marzo in Qatar, dove prender il via il primo campionato del dopo Valentino Rossi. La suggestione delle ultime ore vede protagonista Quartararo, che dal 2023 potrebbe passare proprio alla Repsol Honda HRC se Marquez non dovesse recuperare al massimo.

Marquez, Alex svela quando tornerà Marc: adesso c’è la data

MotoGP, Gresini e RNF Team si presentano

Le feste natalizie sono ormai alle porte e per il mondo della MotoGP è tempo di fare una pausa, al termine di una stagione che è stata lunghissima e piena di impegni nonostante l’imperversare del Covid. Nonostante questo, alcune squadre pensano già in grande al 2022 ed hanno annunciato le date di presentazione di team e moto.

Il primo team a svelarsi sarà il Gresini Racing, che toglierà i veli il prossimo 15 gennaio. La grande novità riguarda proprio il mezzo che verrà messo in pista, dal momento che non si tratterà più di un’Aprilia ma di Ducati. I piloti saranno Enea Bastianini, protagonista con due grandi podi nelle tappe di Misano nel finale di stagione, e l’esordiente Fabio Di Giannantonio. Quest’ultimo si è classificato settimo con la Kalex in Moto2, ed ha tanta voglia di stupire anche in top class. L’evento si svolgerà alle 11 di quel giorno a Faenza, presso la sede del team.

Presentazione italiana anche per l’RNF Team, ovvero l’ex Petronas che vedrà in Andrea Dovizioso l’uomo di punta. Al posto di Valentino Rossi dovrebbe esserci Darryn Binder, esordiente in MotoGP, anche se la situazione del Sudafrica non sembra volgere a suo favore. L’evento è previsto per il 24 gennaio a Verona, e ci si aspetta un bel passo avanti da questa squadra dopo un 2021 da incubo.

Reggiani distrugge Valentino Rossi: la stoccata è pazzesca

Il “Dovi” avrà a disposizione una M1 identica a quella ufficiale, dunque, aggiornata e con tutte le novità tecniche previste dalla casa di Iwata. Come anticipato, sul secondo pilota ci sono forti dubbi e non è escluso che nelle prossime settimane possa esserci qualche colpo di scena.