Ecco a voi la nazione che ha vinto più Mondiali in F1: vi stupirà

La F1 è sempre stata ricca di grandi campioni che hanno portato in alto la bandiera della propria nazione, ma una ne ha fatti nascere di più.

Dal 1950 la F1 ha regalato ogni anno un nuovo campione del mondo, con il totale dei piloti che hanno ottenuto questo grandissimo traguardo che sono addirittura 34 con l’ultimo della lista che è stato Max Verstappen, ma in pochi sanno qual è stata la nazione che ha dato il maggior numero di vincitori del titolo iridato.

F1 (ANSA)
F1 (ANSA)

Grazie alla vittoria nel 2021 di Max Verstappen anche l’Olanda ha potuto entrare all’interno di quelle nazioni che hanno regalato al mondo un campione di F1, con la piccola realtà del nord Europa che non avrebbe mai potuto immaginare di poter provare questa emozione.

Sono state tantissimi gli Stati che hanno avuto l’onore e il privilegio di poter avere un campione del mondo di F1, con l’Italia che è stata la prima grazie alla straordinaria stagione del 1950 del piemontese Nino Farina, ma il Belpaese si è fermato solamente a due considerando come il secondo e ultimo arrivò solamente pochi anni dopo, ovvero con il leggendario Alberto Ascari capace di vincere sia nel 1952 che nel 1953.

La Germania ha avuto a disposizione pochi piloti che hanno vinto, ma coloro che hanno saputo arrivare in vetta al mondo l’hanno fatto davvero per tantissimi anni, considerando che da un lato c’è stato l’iconico Michael Schumacher, in grado di poter ottenere ben sette volte il massimo trionfo automobilistico, ma ha saputo difendersi nel miglior modo possibile anche Sebastian Vettel, capace di vincerlo in quattro occasioni.

Il Paese che però ha saputo regalare il maggior numero di diversi campioni del mondo, ma anche allo stesso tempo di ottenere la quantità maggiore di titoli Mondiali è stata però la Gran Bretagna, soprattutto considerando il fatto come ci sia stato un vero e proprio dominio assoluto di questa nazione negli anni sessanta.

Nessuno in F1 come la Gran Bretagna: ecco quanti Mondiali

Il primo pilota britannico che riuscì a vincere un titolo Mondiale fu nel 1958, ovvero il pilota con il farfallino, quel Mike Hawthorn che portò alto il nome della Ferrari in una stagione davvero molto complicata, considerando infatti come la rossa fu costretta a piangere le morti di delle altre due guide ovvero Luigi Musso e Peter Collins.

Il vero e proprio dominio iniziò però negli anni ’60 con Graham Hill che riportò in alto la bandiera britannica nel 1962, per poi ripetersi anche nel 1968, un pilota sensazionale che entrò nella storia grazie alle sue meravigliose prestazioni nel tracciato di Montecarlo.

Nel 1963 invece toccò Jim Clark, conosciuto da tutti come lo scozzese volante che portò per ben due volte la Lotus in vetta al mondo, replicandolo nel 1965 e per tantissimi anni è stato considerato come il più grande pilota che sia mai esistito nella storia della Formula 1.

Altro giro e altra corsa nel 1964 ancora una volta con un britannico che porta in alto il nome della Ferrari, questa volta l’iconico figlio del vento John Surtees, capace di vincere il titolo con le quattro ruote dopo essersi laureato per ben sette volte campione del mondo nelle varie classi del motociclismo.

Per poter arrivare a un altro pilota iconico e leggendario dobbiamo arrivare al 1969 con un altro scozzese, ovvero quel Jackie Stewart che riuscì a ottenere il titolo per ben tre volte, il primo britannico a riuscirci dato che si confermò il migliore di tutti anche nel 1971 e nel 1973.

Nel 1976 toccò invece a James Hunt, al termine di una splendida battaglia con il ferrarista Niki Lauda, mentre nel 1992 fu finalmente la volta del leone d’Inghilterra Nigel Mansell sulla sua super Williams, per poi passare il testimone a un grande figlio figlio d’arte ovvero Damon Hill nel 1996 sempre in Williams.

Infine arriviamo ai giorni d’oggi, con il pilota britannico più famoso in assoluto di sempre, ovvero quel Lewis Hamilton che nel 2020 riuscì ad agganciare Michael Schumacher con il suo settimo titolo mondiale, con l’obiettivo di diventare il primo e unico al mondo e la voglia di ottenere l’ottavo sigillo che ripartirà nella prossima stagione.