NBA, Tacko Fall ce l’ha fatta: nessuno riesce a crederci

Ci è riuscito ancora, strappando un nuovo contratto non garantito: i Cavs, hanno scelto di mettere in roster, Tacko Fall, ex Celtics.

Tacko Fall (Fonte foto: Instagram Fall)

Il ragazzone nato a Dakar, il 10 dicembre 1995 ed alto 2 metri e 25, ce la sta facendo. Tacko Fall è esageratamente lungo, anche per essere un giocatore di NBA e la poca robustezza e doti tecniche non eccelse, di certo non lo hanno aiutato. A vederlo in campo, si intende che non parliamo proprio del nuovo LeBron, ma Tacko si è tappato le orecchie ed ha combattuto fino all’ultimo spicchio di palla da toccare.

Un po’ preso in giro, è stato poi adottato a tutti gli effetti dalla tifoseria dei Celtics, negli scorsi anni. Alla fine gli hanno voluto bene, e chi ama lo sport, non può non provare lo stesso sentimento per lui. Fall supera il canestro a braccio alzato ed ha l’equivalente più o meno, di un 52 di piede, ma per sgraziato che sia, qualcosina ha portato a casa, fino al diritto di restare in NBA.

Un nuovo contratto per Tacko Fall

Il gigante, sembrava avere la faccia da ragazzino e l’aspetto di chi è lì tanto per fare la mascotte, eppure mentre qualcuno ancora ci scherza, lui strappa contratti, o meglio, un contratto annuale non garantito, ma che ad oggi, lo mette nel roster dei Cleveland Cavaliers. Le ossa se l’è fatte con la vita stessa, Tacko, che a soli 16 anni dovette lasciare fratellino e mamma in Africa, per tentare la fortuna a Houston.

Quattro anni di NCAA con la UFC Knights, poi la Summer League ed il sì dei Boston Celtics, che in due anni, gli hanno lasciato giocare scampoli per un totale di 26 gare. Da lì, sono nati i primi 70 punti nella lega di Tacko, con la media di 0,1 stoppate per gara, sia nella stagione 2019-20 che nella successiva. Di certo non saranno contratti faraonici quelli del senegalese, ma il mondo NBA non è solo Michael Jordan che ancora oggi guadagna e grazie a Messi, è anche perseveranza, muscoli e botte prese, per restare un minuto in più in campo, un anno in più nella Lega.

Leggi anche>>> Alex Meret: numeri da predestinato, ma troppi infortuni negli anni

Ad ogni modo, Fall è negli anni, diventato più robusto e qualcuno ha ricordato che quando era nella NCAA, la sua squadra uscì dalla fase finale per un solo punto contro la prestigiosa Duke, dove giocavano tra l’altro, Zion Williamson e R.J. Barrett. Ancora una battaglia da vincere per avere un’estensione quindi, ma anche stavolta non sarà facile. Tra i lunghi dei Cavs infatti, c’è gente come Jarrett Allen, Kevin Love e Lauri Markkanen. Noi tifiamo per te, Tacko.