Quando prende un notaio per riscuotere un Gratta e Vinci?

Si può riscuotere una vincita ai Gratta e Vinci dal notaio? E quando potrebbe costare quest’operazione? I dettagli.

Grattare un tagliando e sperare in una vittoria, anche molto importante dal punto di vista economico. Può davvero essere riassunto così lo spirito e l’obiettivo dei Gratta e Vinci, che, a oggi, sono e restano uno dei giochi maggiormente amati e chiacchierati E mentre in molti si chiedono se possono esserci dei trucchi e dei segreti per scoprire e individuare i biglietti vincentil’interesse si concentra sulle cifre che si possono portare a casa. Perché il percorso, a volte, può essere tortuoso.

notaio gratta e vinci
(Fonte Foto: Pixabay)

Infatti la domanda, legata più che altro a una grande curiosità, che molti si fanno è come si possa poi riscuotere una vincita. Molto ovviamente si lega alle cifre, ma c’è in realtà una procedura che molti decidono di seguire e che ha di per sé molti aspetti da spiegare e da analizzare. Ma di che cosa si tratta? Giusto entrare nello specifico e nel dettaglio della questione.

Notaio e Gratta e Vinci, procedura e costi: i dettagli

Innanzitutto va detto che le vincite sono divise in fasce e questo porta a delle differenze nella riscossione. In molti però, per incassare le vincite più importanti, decidono di affidarsi a quella che può essere definita una strada alternativa. Infatti c’è chi, forse per questioni di sicurezza, per mantenere l’anonimato e per paura di smarrire o deteriorare il biglietto, decide di dare una sorta di vero e proprio mandato a un notaio. Ma questo ovviamente ha un costo, che, a volte, può anche essere molto elevato. Questo compenso però in realtà finisce per essere calcolato attraverso una serie di meccanismi ben definiti. Infatti il tutto conteggiato in termini percentuali rispetto alla vincita. Si può dire che in genere tale percentuale oscilla tra l’1% e il 3%.

Per fare un esempio, che riguarda delle grosse e importanti cifre, per incassare una vincita di 2 milioni di euro, il notaio guadagnerà una cifra compresa tra i 40mila euro e i 60mila euro. Insomma, si tratta di un pagamento comunque molto importante ed è per questo che questa sembra comunque essere una scelta che fanno in pochi. Anche perché tutto ciò si andrebbe comunque ad aggiungere a quanto viene già trattenuto dallo Stato sulla vincita, che corrisponde ad un’aliquota fissa del 20%. Insomma, numeri e questioni con cui bisogna fare i conti in caso di una vittoria cospicua e di un certo tenore con i Gratta e Vinci. Perché la Dea Bendata può davvero avere mille sfaccettature.