L’ex MotoGP fa a pezzi la Honda: Marquez potrebbe non bastare più

A tutto tondo, l’ex pilota spagnolo parla dei suoi giovani connazionali e parla di Marc Marquez e del futuro con la Honda.

Alex Criville è, per chi non lo ricordasse, il campione del mondo 1999 della classe 500 del Motomondiale. Vinse proprio con una Honda, casa che oggi adotta il suo connazionale, il fortissimo Marc Marquez, che come è ben noto, ultimamente balbetta in pista per problemi di salute.

Marc Marquez (Ansa Foto)
Marc Marquez (Ansa Foto)

Lo spagnolo che ha vinto l’ultima volta il Mondiale in classe regina nel 2019, ha raccontato il suo dramma, intenerendo i tifosi, ma i punti, quelli non attendono. Nelle ultime due uscite, Marquez è stato di nuovo fuori, lasciando la sua Repsol senza la sella di maggior spessore, la sua. E Criville inizia a chiedersi proprio, se il legame tra la scuderia e lo spagnolo abbia merito di continuare in futuro.

Marc Marquez verso il viale del tramonto?

Su quanto dovrà attendere adesso la Honda, ha fatto il punto il dottor Zasa, ma per i prossimi anni cosa si farà? Come riportato dall’autorevole quotidiano iberico, Marca, l’ex pilota ha affermato a proposito del tema: “Il marchio dell’ala d’oro sta attraversando un momento molto difficile. Non sono appena usciti dal buio e i risultati non arrivano. Honda ha bisogno di Marc Marquez e anche lui vuole tornare, anche se ha bisogno di continuare con il suo processo di recupero. Quando starà bene, tornerà. Sarà importante che lo faccia prima della fine della stagione per cercare di scegliere la strada giusta e concentrarsi bene sulla Honda 2023″.

Vale la pena attendere allora, secondo l’ex pilota che è sicuro: Marc non è finito e farà paura nel 2023. Per quanto riguarda la stagione in corso, probabilmente la lotta è viva tra altri piloti, tra cui un mai domo, Fabio Quartararo, voglioso di difendere il suo primo titolo. Su di lui, Criville ha detto dopo la Germania: “Il francese ha conquistato la sua terza vittoria dell’anno al Sachsenring, la seconda consecutiva. È forte e ha visto che il suo più grande rivale, che era Marc Marquez, ha dovuto lasciare la competizione a tempo indeterminato per sottoporsi a una nuova operazione. Pecco Bagnaia è forte, ma non regge del tutto. Tutti questi fattori hanno fatto crescere Fabio Quartararo”.

E da buon iberico, il classe ’70 non dimentica gli altri connazionali, oltre a Marc. Di Vinales ha detto infatti che ha fatto una gran gara, penalizzato solo dalla sospensione posteriore. Pure Alex Marquez non è stato facilitato dalla moto, concludendo una brutta domenica in tutto e per tutto della Honda. E poi c’è la Moto2, dove sta facendo faville Augusto Fernandez. Ecco cosa ha detto Criville: “Lo spagnolo è stato impeccabile in gara e non ha dato opzioni ai suoi rivali. Celestino Vietti, il suo grande rivale, è caduto e ora Augusto Fernandez è terzo nella classifica generale Moto2 a 12 punti dal comando. Mancano ancora 10 gare e non è il momento di pensare al titolo ma, se continua così, lo spagnolo è un chiaro candidato per vincere più gare e optare per lo scettro del campione”.