Red Bull, Horner affonda la Ferrari: parole taglienti

Horner ha spiegato la strategia adottata da Verstappen per sconfiggere Leclerc e Sainz nella Sprint Race in Austria.

Il Gran Premio d’Austria 2022 di F1 si è aperto con pole position nelle qualifiche e poi vittoria nella Sprint Race di Max Verstappen. Il campione in carica e leader della classifica generale ha iniziato molto bene a Spielberg.

Christian Horner (Ansa Foto)
Christian Horner, team principal Red Bull (Ansa Foto)

Al via della gara breve è stato molto bravo a rispondere ai tentativi d’attacco dei piloti Ferrari e poi ad allungare, approfittando anche della loro lotta, in modo tale da dover “solo” gestire per il resto della manche. Un’altra prova di maturità da parte dell’olandese, che dopo il titolo del 2021 non si è affatto adagiato ed è migliorato ulteriormente.

Oggi c’è la gara principale e tutto può succedere. Verstappen parte come favorito per la vittoria finale, però Charles Leclerc e Carlos Sainz faranno di tutto per arrivargli davanti. Già la partenza può essere un momento molto caldo, però in una corsa così lunga può contare relativamente. È fondamentale gestire bene le gomme e non sbagliare strategia, oltre che tenere un buon passo ovviamente.

F1 GP Austria 2022, Horner spiega la vittoria di Verstappen in Sprint Race

Christian Horner al termine della Sprint Race si è detto molto soddisfatto di come Verstappen ha gestito tutto fin dallo start: “Il trucco di Max è stato quello di allontanarsi tanto all’inizio, così i piloti Ferrari non hanno potuto utilizzare l’ala mobile. Ha guidato al limite per poter vincere, questo ha deciso la sprint secondo me”.

Il team principal della Red Bull crede che la strategia di Verstappen sia stato il segreto del suo successo sabato a Spielberg, non fa accenno alla lotta tra Leclerc e Sainz come fattore che ha favorito l’olandese: “In Ferrari hanno fatto qualcosa di diverso. Dopo il primo attacco a Max, hanno gestito le gomme per poter migliorare nel finale e infatti si sono avvicinati poi. Ma non è bastato”.

Horner è davvero felice della performance del suo pilota: “Ha guidato in maniera estremamente controllata, una guida magistrale”.

Oggi l’obiettivo sarà quello di vincere nuovamente e ci potrà essere anche Sergio Perez a contrastare i ferraristi, dato che parte dalla quinta casella della griglia. Il messicano era scattato dalla tredicesima della Sprint Race e ha rimontato il più posizioni possibili. Oggi con una buona partenza potrà essere protagonista e magari dare un aiuto a Verstappen contro Leclerc e Sainz.