Renault Clio, clamoroso incidente contro un Boeing 737 (FOTO)

Un incidente incredibile è avvenuto all’aeroporto di Alicante, dove una Renault Clio si è schiantata contro un Boeing 737. Nessuna vittima.

Un incidente piuttosto insolito è accaduto all’aeroporto di Alicante in Spagna quando una Renault Clio si è schiantata su un Boeing 737 di proprietà della Ryanair. Per fortuna non ci sono stati feriti gravi o particolari danni, ma si è trattato di una scena a dir poco incredibile non solo da raccontare, ma anche solo da immaginare.

Renault Scenic (Ansa)
Renault Scenic (Ansa)

Come notificato su Twitter dall’istruttore pilota e investigatore della compagnia aerea Iván Castro Palacios,l’incidente è avvenuto il 12 aprile. A giudicare dall’aspetto della sospensione sembra che la Clio bianca sia rimasta bloccata sotto l’aereo dopo aver colpito la parte inferiore della fusoliera con il suo tetto.

Il veicolo appartiene alla Ground Force e secondo quanto riportato da “AirLive l’autista ha dimenticato di azionare il freno a mano durante il parcheggio. Di conseguenza, la Renault Clio senza conducente si è mossa autonomamente verso l’aereo parcheggiato con conseguenze sfortunate. Allo stesso modo, non c’erano passeggeri all’interno dell’aereo al momento della collisione.

Sebbene il danno estetico alla parte inferiore dell’aereo sembri essere minore, secondo quanto riferito è stato portato alla struttura di manutenzione per un’ispezione più ravvicinata. Dopo che gli specialisti si sono assicurati che tutto fosse a posto, il Boeing 737-800 della Ryanair ha intrapreso il suo viaggio con un ritardo di 90 minuti, volando da Alicante, in Spagna, a Manchester, nel Regno Unito.

Renault Clio, incredibile l’impatto con il Boeing

La Renault Clio è una autovettura di segmento B prodotta in cinque serie a partire dal 1990, ma vi possiamo assicurare che un evento del genere non era mai accaduto, probabilmente a nessuna auto di serie. Nel passato, sono stati segnalati alcuni piccoli incidenti ai mezzi che solitamente sono presenti per la manutenzione delle piste, ma mai era avvenuto un impatto con un aereo.

Fortunatamente, all’aeroporoto di Alicante, località molto frequentata in Spagna, tutto si è concluso senza conseguenze fisiche, ma le cose sarebbero potute finire molto peggio. Se la Renault Clio avesse, ad esempio, impattato contro un camion addetto al rifornimento, ne poteva scaturire un incidente di dimensioni molto più gravi.

Le ultime versioni di questo storico modello della casa francese hanno conosciuto un importante sviluppo in termini prestazionali. La Clio di quarta generazione è arrivata in piena fase di downsizing e di corsa all’efficienza, ragione per cui Renault ha a malincuore deciso di abbandonare il suo glorioso aspirato e montare sotto il cofano della Clio RS.

Il propulsore 1.6 turbo MR16DDT da 200 cavalli, prodotto da Nissan ed abbinato al cambio automatico EDC a 6 marce aveva permesso alla Clio di ottenere un netto passo in avanti. Nonostante questa scelta, alcune versioni più mansuete dell’F4R tradizionale, con basamento in alluminio, sono ancora utilizzate su diversi modelli del marchio francese come Scenic, Megane e Trafic.

Un evento come quello avvenuto ad Alicante non dovrebbe accadere, specialmente considerando il fatto che la sicurezza negli aeroporti è ormai la parola d’ordine, e probabilmente verranno presi dei seri provvedimenti dopo quanto avvenuto. Come dicevamo, lo scalo di Alicante è molto frequentato, e proprio dal mese di aprile inizia a ripopolarsi di passeggeri dopo la sosta invernale, in cui sono presenti meno turisti.

La Spagna è uno dei paesi in prima linea per quanto riguarda la sicurezza, visto anche quanto accaduto anni fa con vari attacchi terroristici. Le prossime settimane saranno determinanti per stabilire le cause di quanto accaduto e per cercare di capire come evitare episodi spiacevoli come quello che vi abbiamo appena raccontato, ma una maggiore attenzione dovrebbe risultare sufficiente a scongiurare altre vicende simili. Sicuramente, si è trattato di una storia che può far anche ridere, ma che va evitata.