Rivoluzione in casa Alfa Romeo: cosa cambierà nei prossimi 10 anni?

L’Alfa Romeo è pronto a rinnovarsi completamente nei prossimi anni, con la casa di Milano che sta realizzando una serie di nuovi modelli.

Se c’è uno dei marchi che è stato assolutamente straordinario e meraviglioso in questi anni per quanto riguarda l’automobilismo, l’Alfa Romeo è sicuramente uno di questi, considerando infatti come la casa milanese abbia permesso una crescita del poco straordinaria delle vetture italiane, ma nel prossimo periodo avverrà davvero una vera e propria rivoluzione di altissimo livello, per questo motivo bisogna essere pronti a capire cosa farà il Biscione da qui fino al 2035.

Alfa Romeo (Ansa Foto)
Ansa Foto

Ormai è diventato a chiaro a tutti come nel 2035 ci sarà il definitivo passaggio dalle auto che conosciamo oggi al totalmente l’elettrico, un cambiamento che in questo momento sembra davvero epocale e che comporterà una serie di rinnovamenti davvero fondamentali per poter arrivare pronti a quella data.

L’Alfa Romeo dunque non vuole assolutamente farsi trovare impreparata per il 2035, anzi sta già preparando le carte per poter migliorarsi sempre di più, tanto è vero che per il 2024 uscirà per la prima volta nella sua storia un modello completamente elettrico, che verrà chiamato Imparato, diventando dunque un’evoluzione EV di un vecchio modello elettrificato.

L’obiettivo dunque dell’Alfa Romeo non è in questo momento quello di dedicare un modello unicamente la versione elettrica, anche perché in questo preciso istante in cui stiamo parlando non è assolutamente possibile pensare alla creazione di una serie di vetture che possano essere unicamente elettriche, dato che si cambierà in maniera importante in futuro, ma sarà una versione che potrà essere accompagnata.

L’idea è quella di creare una nuova versione che verrà chiamata Quadrifoglio, ovvero quella che viene riservata solamente alle vetture più prestazionali, tanto è vero che in questo momento queste versioni vengono associate a solamente alla Giulia e alla Stelvio, dove in entrambe è montato un motore V6 con una potenza di oltre 500 cavalli.

L’idea però in questo momento è cercare di dare spazio sempre di più anche al benzina e al diesel, per questo motivo l’Alfa Romeo sta pensando di rinnovarsi sempre di più anno dopo anno creando un modello all’anno fino al 2025, con la Tonale che rappresenta il 2022 e voci di corridoio parlano della Brennero nel 2023.

Cosa accadrà all’Alfa Romeo dal 2027?

In questo momento si sta parlando unicamente di voci, per questo motivo non diamo assolutamente per certo tutto quello che stiamo per scrivere, ma sembra davvero molto probabile che il 2027 sarà l’anno x della definitiva rivoluzione in casa Alfa Romeo.

Molti all’interno della dirigenza considerano infatti quella l’annata giusta per il definitivo passaggio unicamente all’elettrico, tanto è vero che in molti sostengono che ci sarà una vera e propria rivoluzione proprio all’interno del gruppo Stellantis, dove ne fa parte anche la stessa Alfa Romeo, con la prima che inizierò questo tipo di rivoluzione che dovrebbe essere la Lancia nel 2026.

Non sarà dunque per nulla facile capire quello che accadrà nella storia prossima dell’automobilismo, ma quello che sappiamo è che stiamo per vivere un periodo davvero storico e di transizione, con l’elettrico che ha bisogno però ancora di crescere in maniera importante.

È bellissimo pensare a nuovi sistemi di produzione di vetture a quattro ruote, ma ciò che dobbiamo ricordare è che in questo momento questi tipi di motori elettrici non sono assolutamente sostenibili in larga scala, quindi la cosa più importante è riuscire ad arrivare al 2035 con le idee ben chiare e con dei progetti seri per tutta la popolazione.