Il terrificante schianto in F1 del nuovo presidente della FIA (VIDEO)

Mohammed Ben Sulayem, nuovo presidente della FIA, fece un debutto spaventoso in F1 a Dubai. Pochi metri dopo la partenza si schiantò con la Renault R28 contro le barriere.

Presidente FIA Mohammed Ben Sulayem (Getty Images)
Mohammed Ben Sulayem F1 (Getty Images)

Il circus della Formula 1 guarda con crescente interesse al Medio Oriente, come dimostrano gli ultimi appuntamenti del mondiale 2021. Lo scorso campionato si è concluso con una tripletta di gare in Bahrain, Arabia Saudita ed Emirati Arabi. L’elezione del nuovo presidente della FIA non ha lasciato indifferenti gli ambienti del Motorsport. Mohammed Ben Sulayem, emiro di Dubai, è il successore di Jean Todt. Lo sceicco, imprenditore ed ex pilota di rally emiratino ha battuto la concorrenza di Graham Stoker. L’inglese era il braccio destro di Jean Todt e avrebbe potuto continuare il lavoro del francese, mantenendo la stessa linea politica.

Mohammed Ben Sulayem è stato eletto con il 62% dei voti. L’emiro è uno dei piloti di maggior fama e successo del suo Paese. L’eredità di Todt non sarà facile, ma lo sceicco ha dimostrato di avere da subito idee molto chiare. Il suo obiettivo sarà quello di trasformare la FIA in un’azienda. Il mondiale F1 2021 si è chiuso tra mille polemiche, a causa delle decisioni discutibili di Michael Masi. La commissione di inchiesta sui fatti di Abu Dhabi farà luce sulle scelte del direttore di gara australiano, mentre non si placano le polemiche degli uomini della Mercedes.

Toto Wolff ha affermato che Lewis Hamilton è stato derubato di un titolo mondiale e ha deciso di non presenziale al Gala conclusivo della FIA. A Parigi i primi tre classificati avrebbero dovuto presenziare alla cerimonia, ma il pilota inglese della Mercedes ha scelto di imitare il suo team principal e ha disertato l’appuntamento. Il nuovo presidente della FIA ha già anticipato che potrebbe punire il sette volte campione del mondo per il boicottaggio del Gala parigino dove, fra l’altro, è stato omaggiato Jean Todt. Quest’ultimo ha ricevuto tutti i caschi dei piloti che hanno corso il campionato del mondo 2021.

Terribile incidente: la Lamborghini del noto giocatore è distrutta (VIDEO)

F1, il clamoroso incidente del presidente della FIA

Sono onorato di essere stato eletto presidente della FIA al termine dell’Assemblea Generale di Parigi e faccio i miei complimenti al mio rivale per la sua campagna ed il suo impegno in seno alla Federazione. Esprimo la mia gratitudine a Jean Todt ed a tutti i membri della FIA per il loro lavoro negli ultimi dodici anni. Sono deciso a proseguirlo per portare nel futuro il Motorsport e la mobilità“, ha dichiarato al momento dell’elezione il nuovo presidente della FIA.

Mohammed Ben Sulayem è un ex pilota di rally; tuttavia, su un’auto di F1 ha fatto parlare di sé per un crash nel 2009 in un Roadshow a Dubai. Il nuovo presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile è stato 14 volte campione della specialità in Medio Oriente, oltre che co – pilota di Carlos Sainz in un Rally Principe delle Asturie. Alla guida non è l’ultimo arrivato, ma al volante della Renault R28, guidata nel mondiale 2008 da Fernando Alonso e Nelson Piquet Jr, si rese protagonista di uno schianto terrificante.

Hamilton, che brutto gesto: un bambino ci resta malissimo (FOTO)

Nell’aprile 2009 in occasione di un evento a Dubai sfidò una Ford GT. Mohammed Ben Sulayem sul rettilineo di partenza perse il controllo della vettura, andando a sbattere contro le barriere che separano la pit lane dal lungo rettifilo del traguardo. Il vincitore di 12 edizioni del Rally di Giordania uscì illeso dall’incidente, ma per umiliare in accelerazione l’auto avversaria esagerò a pochi metri dallo start. Le velocissime monoposto di F1, infatti, richiedono una sensibilità alla guida non comune.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo