Steiner, stoccata alla Mercedes: guerra indiretta tra i tedeschi e la Ferrari

Gunther Steiner attacca indirettamente la Mercedes. La situazione in F1 è sempre più spinosa e la Ferrari è sempre più nel mirino.

In questa stagione la F1 si sta dimostrando davvero molto diversa rispetto al passato, per questo motivo infatti una Scuderia come la Haas è passata rapidamente dall’essere ultima in classifica senza possibilità di replica a diventare una realtà di primo piano con grandi risultati ed è per questo che Gunther Steiner ha già dovuto rimandare al mittente tante critiche.

Gunther Steiner Haas contro Mercedes (Ansa Foto)
Gunther Steiner Haas (Ansa Foto)

Ormai non c’è molto da stupirsi, perché quando si vince è normale che tutti vogliano cercare di detronizzare il più forte, è una regola non scritta ma che alla fine ha sempre accompagnato tutti gli sport e probabilmente anche tutti gli aspetti lavorativi.

Dopo anni di dominio assoluto la Mercedes non ha preso bene questa rinascita della Ferrari e di tutte quelle Scuderie che sono affiliate alla Rossa di Maranello, ma alla fine bisogna essere bravi a saper perdere oltre che a vincere.

Per questo motivo infatti non si è tirato indietro dalle critiche Gunther Steiner, con il capo della Haas che ha spiegato ampiamente a tutti come secondo lui la situazione sia abbastanza ridicola, dato che a Stoccarda hanno iniziato ad accusare di irregolarità la Ferrari e di conseguenze tutte le sue affiliate.

A volte ci sono cose nelle regole che se non funzionano per te, non puoi cambiarle. La Mercedes ha vinto il Campionato del Mondo per nove anni di seguito, avevano un motore molto forte e, un bene per loro, hanno fatto un buon lavoro, ma nessuno ha detto: “Oh, ora dobbiamo cambiare la regola del motore, perché la Mercedes sta vincendo tutto. C’è una governance in atto. E se alcune persone pensano di poter cambiare tutto semplicemente parlando, non credo che accadrà.”

Con queste parole si è espresso il Team Principal della Haas, ai microfoni di metro.co.uk, spiegando così apertamente come per lui sia stato impossibile accettare certe accuse da parte di Stoccarda che hanno molto irritato il Team statunitense.

Wolff contro la Haas, ma Steiner non ci sta e attacca Mercedes

Fino a quando la Ferrari lottava solamente per il terzo posto in classifica costruttori, nessuno si ricordava nemmeno della presenza della Scuderia di Maranello, ora però sembra tutto cambiato, con la Mercedes che non sta accettando la novità.

L’ibrido ha portato a Toto Wolff e al suo box una serie di vantaggi incredibili, ma non si può in alcun modo negare il fatto che prima o poi tutto ciò sarebbe terminato, ecco allora che bisogna abbassare un attimo le arie.

La Haas sta disputando un grande Mondiale e merita rispetto, non ci sono irregolarità e se ci saranno dovrà essere un giudice a stabilirlo, non certamente Toto Wolff e una Mercedes lontana parente della versione migliore.