Casey Stoner torna in MotoGP? Arriva l’inaspettata confessione

Casey Stoner ha rilasciato un’interessante intervista in cui ha parlato dei suoi progetti futuri. L’obiettivo dell’ex iridato è particolare.

Stoner (GettyImages)
Stoner (GettyImages)

Casey Stoner è uno dei personaggi più interessanti e talentuosi della MotoGP moderna. L’australiano ha fatto la storia della Ducati, regalandole il titolo mondiale piloti nel 2007, l’unico della storia della casa italiana. Il #27 ha lasciato un’impronta indelebile nel paddock del Motomondiale, anche per le curiose modalità del suo ritiro.

Dopo l’esperienza a Borgo Panigale, Casey decise di passare in Honda, dove vinse il suo secondo alloro iridato nell’anno d’esordio con la casa nipponica. Nel 2012, come un fulmine a ciel sereno ed il numero 1 stampato sulla sua moto, annunciò l’addio alle corse, visto che non riusciva più a divertirsi.

Stoner è rimasto comunque nell’ambiente, effettuando diversi test con la Ducati pochi anni dopo. I più romantici hanno sperato diverse volte in un suo ritorno, vista la giovane età al momento del suo ritiro. Purtroppo, un motivo di salute ha influenzato e non poco le sue scelte. La sindrome da stanchezza cronica che lo ha colpito qualche anno fa gli ha fatto passare un periodo molto delicato, ma ora l’australiano sta meglio.

Stoner, il sogno è provare una Yamaha

Nel week-end del Gran Premio dell’Algarve, corso il 7 novembre a Portimao, Casey Stoner è tornato nel paddock della MotoGP dopo tantissimo tempo. Tutti gli occhi erano per lui più che sull’attività in pista, ed il bi-campione del mondo ha speso gran parte della sua visita nel box della Ducati.

Pecco Bagnaia è rimasto incantato dalla sua visita, ed i due sono stati immortalati diverse volte insieme. Casey ha dato diversi consigli al torinese, che ha poi dominato la corsa partendo dalla pole position, mettendo in ghiaccio il titolo costruttori per la casa bolognese. Il rider della Ducati ha anche espresso direttamente un desiderio al suo “capo”, ovvero quello di prendere l’ex Honda come coach.

In un’intervista rilasciata a “MotoGP.com“, Stoner ha dichiarato di avere un sogno nel cassetto, ovvero quello di testare una Yamaha M1: “La Yamaha è sempre stata la moto più difficile da sconfiggere per me, e vorrei capire quali sono le sensazioni di guida nel portarla in pista. L’ho vista da vicino, ma guidarla sarebbe tutta un’altra cosa“.

LEGGI ANCHE >>> Aleix Espargaro lascia la MotoGP? Arriva la pazza proposta per lui

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La mia curiosità è capire se potrei guidarla in modo differente rispetto a tutti gli altri, o se è il caso di adattare il mio stile di guida alla moto. Lo ritengo un esperimento interessante e spero che in futuro ne avrò l’occasione“. Una richiesta piuttosto diretta quella dell’australiano, e la casa di Iwata è ora avvisata.