Valentino Rossi, ipotesi tester Ducati? Ecco cosa ne pensa

Saltata la 12 Ore del Golfo, per Valentino Rossi è arrivato il momento di pensare al futuro. Ecco cosa farà in questa stagione sulle auto.

Valentino Rossi (Getty Images).
Valentino Rossi (Getty Images).

Momento sfortunato per Valentino Rossi, che sta iniziando la seconda fase della sua carriera. Il “Dottore” aveva in programma la 12 Ore del Golfo per l’otto gennaio, da correre sul tracciato di Abu Dhabi con il fratellino Luca Marini ed Alessio UccioSalucci su una Ferrari 488 GT3 gestita dal Kessel Racing.

Purtroppo, nella giornata di ieri è stato comunicato che il nove volte campione del mondo della MotoGP non sarà della partita, essendo entrato in contatto con un positivo. Il pesarese è in quarantena fiduciaria e non potrà partire per gli Emirati Arabi Uniti, facendo perdere a questa corsa il blasone che si era conquistata negli ultimi anni.

Valentino Rossi è stato già colpito dal Coronavirus in questi primi due anni di pandemia, e la speranza è che non si sia contagiato di nuovo. Nell’ottobre 2020, nel pieno della seconda ondata che ha fu una mazzata per l’Europa lo scorso inverno, il “Dottore” annunciò di aver contratto il Covid-19, ritrovandosi costretto a saltare ben due Gran Premi: entrambe le corse che vennero disputate ad Aragon (il GP di Aragona e quello di Teruel) videro assente il nove volte iridato, che vestiva ancora i panni di rider del team ufficiale Yamaha.

Questa nuova quarantena non è di certo il modo migliore per iniziare l’anno nuovo. Tantissimi tifosi erano in trepidante attesa per questa gara, curiosi di vederlo all’opera, d’ora in poi, solo sulle quattro ruote. Senza dubbi, il #46 più famoso del mondo era il personaggio più atteso del prossimo fine settimana, ma occorrerà ancora del tempo per vederlo all’opera in macchina costantemente e con maggior frequenza.

MotoGP, ecco chi è il nuovo Marquez: secondo il boss KTM non ci sono dubbi

Valentino Rossi, smentite Ducati e Dakar

Quando si ritira un campione del calibro di Valentino Rossi, le domande sul suo futuro sono sempre molto insistenti. Dopo l’annuncio della carriera in auto, ora ci si chiede cosa farà più specificamente, concentrandosi magari su una categoria piuttosto che su un’altra. Negli ultimi giorni, si era parlato anche di un clamoroso ritorno nelle moto con la Ducati, dal momento che il boss, Claudio Domenicali, lo aveva proposto come tester.

In un’intervista concessa a “La Repubblica“, Valentino Rossi sembra aver già declinato l’offerta: “Per adesso credo di non prendere questa strada (riferendosi al ruolo di tester), credo sia troppo noioso. Fare la Dakar? Onestamente, preferisco correre sull’asfalto almeno per il momento. Io voglio divertirmi, ovvero essere competitivo ma non avere addosso la pressione che c’era prima in MotoGP. In estate voglio essere libero di stare con la mia famiglia e vorrei godermi finalmente le vacanze, rilassandomi quando ne sento il bisogno, senza la pressione degli appuntamenti da affrontare“.

MotoGP, Marc Marquez sarà in pista nel 2022? Ecco l’indizio social (FOTO)

Nei prossimi tempi si avranno aggiornamenti sul suo futuro, ma a breve il nove volte campione del mondo diventerà finalmente padre: “Tra un mese e poco più diventerò babbo, e voglio vedere cosa accadrà con esattezza. Mi hanno detto che è un qualcosa che ti cambia del tutto la vita“.