Valentino Rossi, l’ex avversario ci crede: il Dottore finirà col botto?

Il secondo week-end stagionale a Misano sarà l’occasione per salutare Valentino Rossi. Ecco le parole del connazionale per il Dottore.
Valentino Rossi (GettyImages)
Valentino Rossi (GettyImages)

L’addio di Valentino Rossi al mondo della MotoGP sta per diventare realtà. Il week-end del 24 ottobre sarà l’ultima volta per lui sul tracciato di Misano, in occasione del Gran Premio dell’Emilia Romagna. Sul tracciato dedicato al compianto Marco Simoncelli, il pilota di Tavullia si è imposto nel 2008, nel 2009 e nel 2014, sempre al volante della Yamaha.

Assieme al Mugello, si tratta dell’appuntamento di casa per i piloti italiani, ma soprattutto per la leggenda nativa di Urbino che verrà accolto dal grande omaggio del suo pubblico. Ci sarà sicuramente da commuoversi, visto che dopo l’appuntamento saranno rimaste solo due corse nella sua infinita carriera: il GP dell’Algarve a Portimao il 7 ottobre e quello della Comunità Valenciana la settimana dopo, che vedrà calare il sipario sul Valentino Rossi pilota.

Negli scorsi giorni il “Dottore” si è lasciato andare a dichiarazioni pesanti riguardo al suo addio, affermando che il pensiero di non salire più in sella lo stia mandando in paranoia. Come non capire il pensiero di questa leggenda vivente, nove volte campione del mondo del Motomondiale che da circa venticinque anni ci fa battere il cuore sulle piste di tutto il globo.

Come per tutti i grandi fenomeni sportivi e non, prima o poi arriva il momento di dire basta. La terribile stagione vissuta con la Yamaha Petronas lo ha spinto a questa sofferta decisione, con la consapevolezza che il suo palmares è uno dei più gloriosi della storia. Valentino ha avuto, oltre che con i risultati in pista, il merito di avvicinare tantissimi fans al mondo della MotoGP, grazie ad un carisma fuori dal comune.

Il 14 ottobre di venti anni fa, il #46 trionfava a Philip Island portava a casa il primo titolo della classe regina, l’ultimo della 500 che pochi mesi dopo sarebbe diventata MotoGP, a bordo della Honda nella celebre livrea “Nastro Azzurro”. Ricordi indelebili che i tifosi non potranno mai scalfire dalla loro memoria.

Valentino Rossi, la spinta dell’ex collega per Misano

In tanti stanno lasciando dei messaggi di commiato per Valentino Rossi in questi giorni, considerando che il week-end di Misano sarà duro quanto quello di Valencia per tutti i significati che racchiude. Il pubblico sta preparando una vera e propria festa per il suo idolo, che indipendentemente dal risultato finale, sarà il vincitore il prossimo 24 ottobre.

Alcune parole per lui le ha spese anche Loris Capirossi, ex pilota ed ora impegnato nella Safety Commission: “Ha ancora voglia di dimostrare che è veloce, se gli capitasse l’occasione giusta può ancora dire la sua. Sarebbe bello se salutasse con una bella gara“. L’ex pilota della Ducati si ritirò dalle corse nel GP di Valencia del 2011, in quell’occasione funestato dalla scomparsa di Simoncelli avvenuta pochi giorni prima a Sepang.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, Marc Marquez mette nel mirino il primato di Giacomo Agostini

Capirossi ha raccontato che quel fine settimana è stato uno dei peggiori della sua vita, corso con il #58 del Sic sul cupolino della sua Ducati. Tutti i grandi del Motomondiale del presente e del passato stanno lasciando messaggi di incoraggiamento a Valentino, consapevoli che quello che arriverà sarà uno dei momenti più duri della sua esistenza.