Questa moneta vale una fortuna e potreste averla in casa

Il valore delle vecchie Lire, scopriamo quanto potremmo guadagnare se avessimo queste 10 Lire in casa, di un anno particolare

Vecchie Lire (Fonte foto: web)

Le famose Lire le possediamo tutti. Non ci sarà famiglia che nel 2002 non ne ha conservato almeno qualche monetina, ma alcune se rivendute oggi, varrebbero una piccola fortuna. Sapendo che i collezionisti spenderebbero sempre di più per accaparrarsele, viene da sé la curiosità nello scoprire le nostre quanto valgono.

Per ognuna, toccherebbe comunque consultare i siti migliori o perché no, un esperto. Ma ce ne sono alcune che tra rarità e particolarità, diventano “famose”, raggiungendo cifre davvero interessanti, per chi ne conserva qualche pezzo.

LEGGI ANCHE>>> Le vecchie Lire che possono cambiarti la vita: le cifre da sogno

Ci sono infatti delle monetine da 10 Lire, che oggi sono molto ricercate. La prima 10 Lire coniata, ebbe pochi anni di vita, uscendo dalla Zecca dal 1946 al1950, mentre poi l’altro modello ha funzionato dal 1951 al 2001. Ma quella molto ricercata è di un anno di conio in particolare. Parliamo della 10 Lire Olivo del 1947, davvero rarissima.

LEGGI ANCHE>>> Una moneta da 2 euro che ne vale 90 mila! Il motivo è sorprendente: cercatela

Questo modello, presentava il cavallo alato, Pegaso, rivolto verso sinistra, con in basso le firme di Giuseppe Romagnoli, modellista, Pietro Giampaoli, incisore, e la scritta “REPVBBLICA ITALIANA”. L’altro lato della medaglia invece, oltre al ramoscello d’ulivo ed al valore della moneta con numero e lettere (10 Lire), c’è inciso l’anno: 1947.

Visto che in quel particolare anno ne furono coniate davvero poche, solo alcune migliaia, una moneta del genere vale tra i 1.500 ed i 1.700 euro secondo gli esperti, ma se lo stato è buono, può salire fino a 3.000 euro. C’è poi l’eccezione della moneta tenuta in uno stato di conservazione perfetto, a fior di conio infatti, lo stesso oggetto vale tra i 4.300 ed i 4.500 euro. La differenza di valore, è data anche dal disegno: in alcune, Pegaso ha zoccoli più grandi ed in altre, meno.