Verstappen dopo il Mondiale si ritira? Ecco la scioccante affermazione

Max Verstappen vuole continuare a stupire, ma la sua ultima intervista lascia spiazzati i fan. Ecco cosa ha dichiarato poco fa.

Verstappen (GettyImages)
Verstappen (GettyImages)

La stagione di F1 sta volgendo al termine, con la sfida tra Max Verstappen e Lewis Hamilton che è ancora accesissima. Il campione del mondo ha vinto gli ultimi due appuntamenti in Brasile e Qatar, riaprendo un mondiale che appariva ormai nelle mani dell’olandese dopo la doppietta tra Austin e Città del Messico.

Gli 8 punti che separano i due fanno capire quanto questa stagione sia stata vissuta al limite, con un equilibrio che non è mai rotto veramente. Tra Mercedes e Red Bull, il gap è ancora minore, visto che stiamo parlando di appena 5 lunghezze nel mondiale costruttori. La sfida è anche tra Valtteri Bottas e Sergio Perez per il terzo posto, con il messicano che è in forte rimonta dopo il ritiro del finlandese a Losail.

Quello su cui tutti sono concentrati è la battaglia al vertice, e le quotazioni di Hamilton sono nettamente salite dopo gli ultimi appuntamenti. La sensazione è che Verstappen non abbia più a disposizione il mezzo più competitivo, cosa che appariva chiara dopo l’appuntamento del Messico.

L’olandese è comunque tranquillo, consapevole del miracolo che lui e la sua squadra hanno fatto sin qui. Sfidare un colosso come la Mercedes, dominatrice assoluta sin dal 2014 di questo ciclo tecnico, è un onore non da poco. La Red Bull e la Honda hanno lavorato molto bene, riuscendo a complicare la vita verso l’ottavo mondiale al britannico.

Verstappen, il prossimo obiettivo è incredibile

Uno come Max Verstappen, che ha solo 24 anni, può puntare a vincere un numero cospicuo di mondiali. Il team in cui corre è al top della F1, in serrata battaglia con la Mercedes. Come abbiamo visto in Qatar, la differenza con gli altri è impressionante, pari almeno ad un minuto ogni domenica.

Il pilota olandese ha rilasciato un’intervista alla BBC, tracciando gli obiettivi futuri: “In Formula 1 hai un sogno ben chiaro: devi vincere il mondiale, ma poi non è importante quanti riesci a portarne a casa. Sei già il campione, almeno per una volta hai battuto tutti gli altri. Com’è ovvio, io tenterei di vincere ancora, ma sarei più tranquillo perché l’obiettivo primario è stato conseguito“.

Si deve spingere al massimo, lavorare con tanto impegno per vincere un titolo. Una volta che lo hai fatto, la pressione va a scendere“. Verstappen non è nuovo a queste uscite, tant’è che tempo fa disse: “Se dovessi perdere il mondiale, non sarebbe di certo una tragedia per me“.

Sulla stessa lunghezza d’onda era stato Toto Wolff, il team principal della Mercedes: “Con tutto quello che è accaduto nella mia vita, non posso di certo avere pressione per quanto riguarda la vittoria di un titolo. Per noi si tratta di uno sport, vincere o perdere non mi cambierebbe la vita“.

LEGGI ANCHE >>> Mercedes, la marcia è trionfale: ecco perché sono favoriti a Jeddah

Qui c’è da capire se si tratta di pre-tattica, o se i protagonisti di questa stagione la pensano realmente così. La prima ipotesi è decisamente la più accreditata, visto che un mondiale di F1 non ha eguali a livello di importanza per personaggi simili. Le ultime due gare saranno decisive, e c’è ormai poco da attendere per scoprire chi sarà il nuovo campione.