Yamaha: arriva il clamoroso divorzio a fine anno? Parla Jarvis

Jarvis risponde in merito alla situazione contrattuale tra Yamaha e il WithU RNF Team: il manager inglese spiega qual è l’obiettivo.

Tra i contratti da discutere per il 2023 e in generale per il futuro c’è anche quello tra Yamaha e il team WithU RNF. L’accordo scade a fine anno e le parti devono discutere per decidere se andare avanti insieme oppure no.

Lin Jarvis (Ansa Foto)
Lin Jarvis, managing director Yamaha (Ansa Foto)

Razlan Razali, capo della squadra satellite, ha dovuto impegnarsi tanto per restare in MotoGP dopo l’addio del precedente title sponsor Petronas. Non era facile reperire tutte le risorse economiche che servono per partecipare a un campionato di così alto livello. Il manager malese ce l’ha fatta, trovando in WithU un partner che lo accompagnasse in una nuova avventura nella top class del Motomondiale.

La casa di Iwata aveva scelto di firmare un contratto di un solo anno, in modo tale da poter valutare come sarebbero andate le cose con il nuovo team. Importante verificarne l’affidabilità prima di legarsi più a lungo. Purtroppo i risultati in pista stanno mancando e serve tanto lavoro per arrivare a conquistare piazzamenti degni di nota. Ora Andrea Dovizioso e Darryn Binder faticano ad andare a punti.

MotoGP, Yamaha vuole rinnovare con il team WithU RNF: parla Lin Jarvis

Lin Jarvis in un’intervista concessa ad Autosport è stato chiaro nell’indicare l’obiettivo di Yamaha: “Dato che durante lo scorso anno erano cambiate tante cose, avevamo ritenuto opportuno firmare un contratto annuale. Ora la squadra ha trovato stabilità, anche se non si può essere contenti dei risultati. Abbiamo tempo fino a giugno per decidere, ma sono ottimista sul fatto che rinnoveremo”.

Il Managing Director Yamaha ribadisce il motivo per il quale era stato siglato un accordo su base annua con Razali, che con il ribattezzato team RNF doveva dare determinate garanzie di solidità. Sembra che le stia dando, nonostante i risultati finora siano deludenti. Jarvis auspica che le parti arrivino al rinnovo contrattuale.

Negli ultimi tempi è anche circolata l’ipotesi che il team RNF non firmi con Yamaha e diventi squadra satellite dell’Aprilia. In tal caso, secondo i rumor, potrebbe essere VR46 a subentrare come formazione cliente della casa di Iwata. Nonostante un’intesa con Ducati fino al 2024, la struttura creata da Valentino Rossi potrebbe trovare il modo di svincolarsi e cambiare marchio. Però, al momento, restiamo nel campo delle indiscrezioni e delle ipotesi. Si attendono i fatti.