Verstappen, arriva un paragone super ingombrante: “Mi ricorda lui”

Parole al miele da parte del team principal di Alpha Tauri, per Max Verstappen: ecco a chi viene paragonato il classe ’97.

Max Verstappen (Instagram)
Max Verstappen (Instagram)

Sicuramente non è soltanto uno tra i giovani più forti, ma uno tra i migliori piloti di F1 in assoluto, e che non a caso, sta contendendo il titolo mondiale a Lewis Hamilton. Parliamo di Max Verstappen, che divide non solo i fan ma anche gli stessi addetti ai lavori.

Infatti, se c’è chi critica il suo stile di guida aggressivo c’è anche chi per lui lancia paragoni di un calibro molto pesante. Chissà che non ne senta il peso anche lo stesso Max, che il prossimo 10 ottobre dovrà far bene in Turchia. Attenzione alle dichiarazioni però: un ex pilota ne ha rilasciata una molto scottante proprio su Hamilton.

Max Verstappen, ecco chi ricorda il pilota

Max è stato straordinario sin dai suoi esordi sulle monoposto più amate del mondo. Pensare che nonostante sia un classe ’97, ha guidato per la prima volta in una gara ufficiale di F1, nel 2016, quando per 19 gare, fu secondo pilota alla Toro Rosso. Ed è di lui che ha deciso di parlare Franz Tost, team principal dell’Alpha Tauri.

A quanto pare è tempo di paragoni scomodi in Formula1, perché anche Charles Leclerc ne ha ricevuto uno da poco, ricevuto da Piero Ferrari. Ed invece Tost ha scelto il campione olandese, che ora combatte con un team molto ‘vicino’ alla Tauri, la Red Bull.

LEGGI ANCHE>>> Mercedes, la sua era in F1 è già finita: ecco perché

“Guardate la gara di Zandvoort. Se riesci a dominare in quel modo davanti ai tuoi tifosi, con tutta la pressione sulle tue spalle, non devi più temere nulla. Questo mi ha impressionato e sarei felice se vincesse il titolo”. Ha ammesso il dirigente della scuderia italiana, che poi lancia la bomba: Non puoi destabilizzare Max, si concentra al massimo gara dopo gara, vuole vincere sempre. Se una collisione deve essere evitata, allora la evita, altrimenti no. È disponibile a prendersi molti rischi, vuole assolutamente vincere. E dunque, se devo paragonarlo con un pilota del passato, mi ricorda Ayrton Senna“.