Bagnaia, arriva l’investitura: sarà lui il futuro avversario di Marquez

Secondo il manager di Quartararo, Bagnaia e Marquez si giocheranno il prossimo titolo. Ed anche Martin può dare battaglia.

Bagnaia (GettyImages)
Bagnaia (GettyImages)

La stagione di MotoGP targata 2021 sta per volgere al termine. In occasione del GP dell’Emilia Romagna di domenica, che si disputerà a Misano, Fabio Quartararo avrà l’occasione di mettere le mani sul primo titolo in top class. Per evitarlo, Pecco Bagnaia dovrà vincere senza fare calcoli.

Lo scopo del pilota Ducati è quello di scendere sotto i 50 punti di ritardo, in modo da rinviare la festa del francese nell’appuntamento di Portimao, previsto per il 7 ottobre con il Gran Premio dell’Algarve. Il nostro connazionale ha trovato le prime vittorie in MotoGP ad Aragon ed in seguito proprio a Misano, nel GP di San Marino e Riviera di Rimini.

Il feeling di Bagnaia e Quartararo con il tracciato dedicato a Marco Simoncelli è cosa nota, e c’è da scommettere che saranno nuovamente loro i favoriti. La variabile impazzita sarà Marc Marquez, che a bordo della sua Honda ufficiale è stato protagonista di una cavalcata trionfale ad Austin.

Lo spagnolo, sulla pista texana non ha rivali, ma su tracciati più classici ha confermato tutte le sue difficoltà sin qui per via dell’infortunio. Probabilmente, il Marc dei tempi migliori non avrebbe lasciato scampo a Pecco nel duello di Aragon, senza nulla togliere alla corsa fenomenale svolta dal ducatista.

Tuttavia, come già anticipato, sarà Quartararo a poter mettere le mani sul campionato del mondo questo fine settimana. Nel suo box si comincia a guardare attentamente anche al 2022, stagione in cui in molti si aspettano un Bagnaia competitivo ed un Marquez sempre più vicino alle posizioni di testa.

Bagnaia, Marquez e Martin da mondiale. Ecco la previsione

Il manager di Fabio ha parlato proprio del prossimo anno, dove il papabile campione del mondo dovrà vedersela con rivali agguerriti. Secondo Eric Mahé, manager del pilota Yamaha, sarà durissima cercare di confermare la corona iridata che verosimilmente verrà conquistata nel prossimo mese.

Quando si tratta di talento puro, è impossibile non parlare di Bagnaia. Lo scorso anno ha avuto qualche difficoltà di mettere tutto insieme. Per il prossimo anno vedo come avversari Marquez, Bagnaia ed anche Martin“. Mahé sembra essere piuttosto preoccupato dalla forza dei ducatisti, ma ha anche affrontato tematiche come la carriera di Fabio ed il recupero di Marquez.

Fabio ha dimostrato tutta la sua forza nel 2019, quando lottata con Marc con una moto sicuramente meno competitiva. L’anno scorso non è andato bene e ne conosco i motivi. Marc ha fatto un’ottima stagione, ma non credo che tornerà a dominare come faceva fino ad un paio di anni fa. Lo vedo comunque in grado di giocarsi il titolo l’anno prossimo“.

LEGGI ANCHE >>> Dovizioso, le parole che non ti aspetti per Valentino Rossi: tutti increduli

Il manager di Quartararo ha lodato in maniera importante Bagnaia, che sfortunatamente ha perso troppi punti a metà stagione per pensare di potersi giocare l’iride sino in fondo. Il torinese è comunque una grande promessa, e la Ducati ha ben donde di puntare su di lui per il futuro. Ed il 2022 fornirà risposte importanti. Attenzione comunque alle ultime prove del mondiale, che possono riservare sorprese.