Bagnaia perde il Mondiale? Quel consiglio di Valentino Rossi inascoltato

Un errore clamoroso ha compromesso l’inseguimento mondiale di Pecco Bagnaia a Fabio Quartararo. Un retroscena è stato svelato da Valentino Rossi.

Valentino Rossi (Getty Images.)
Valentino Rossi (Getty Images.)

A cinque giri dalla fine del GP dell’Emilia-Romagna Pecco Bagnaia ha visto svanire i suoi sogni di gloria. La curva 15, precedentemente, maledetta per il suo teammate Jack Miller non ha lasciato scampo al torinese. Dopo una partenza e una gestione della gara perfetta, il centauro della Ducati ha cercato di forzare per costruirsi un vantaggio su Marc Marquez.

Lo spagnolo ha messo pressione al giovane pilota italiano che è caduto nella trappola di abbassare troppo il ritmo, fino al crollo a poche tornate dalla fine. Bagnaia aveva un solo risultato utile sul circuito intitolato a Marco Simoncelli. Non poteva concedersi una seconda posizione, alla luce anche della splendida rimonta messa in scena dal leader della classifica Quartararo.

Il fiato sul collo di un campione come Marc Marquez ha giocato un brutto scherzo al ducatista che ha concluso sulla ghiaia una delle sue migliori gare della stagione. Nel momento esatto in cui Bagnaia è caduto, Fabio Quartararo ha capito che sarebbe stato campione del mondo.

L’avvertimento di Valentino Rossi a Bagnaia

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Prima della gara, come di consueto i piloti si scambiano le proprie impressioni sulle condizioni della pista. Dall’alto della sua esperienza Valentino Rossi aveva consigliato al giovane ducatista di non osare la scelta di una mescola dura all’anteriore sul tortuoso tracciato romagnolo.

“L’anteriore dura con queste temperature era troppo pericolosa – ha dichiarato a fine gara Valentino – Ho cercato di dirlo in tutti i modi a Pecco, ma non mi ha ascoltato. Peccato, perché era il più veloce e poteva tenere il mondiale aperto”.

Da veterano della classe regina, il dottore si era sbilanciato nel consigliare una scelta meno rischiosa per il pilota della Ducati. Il torinese ha deciso di non ascoltare il suo maestro, ma i fatti gli hanno dato torto. Per Bagnaia è stato, sin qui, un anno molto positivo. In pochi lo avrebbero pronosticato al secondo posto della graduatoria mondiale. Bagnaia era giunto a Misano per ripetere l’impresa di qualche settimana fa. Il ducatista aveva, infatti, vinto la prima delle due tappe al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Veniva, inoltre, da una striscia positiva di podi, considerando il trionfo di Aragon e il terzo posto di Austin.

Come riportato da Tuttosport, Valentino Rossi ha già pronosticato per Pecco un 2022 da assoluto protagonista della classe regina. Per il prossimo mondiale in prima fila metterei Bagnaia, Quartararo e Marquez. In seconda, invece, Morbidelli, Bastianini e Marini. Sono un po’ di parte? Mi sembrano quelli che vanno più forte”, ha chiosato il centauro di Tavullia.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, Pecco Bagnaia dalla gloria alla ghiaia: ecco la sua reazione

Il motociclismo italiano sopperirà all’assenza di una leggenda come Valentino Rossi, schierando diversi piloti che potranno fare la differenza. Pecco Bagnaia è, sicuramente, tra i prospetti più validi e accreditati per lottare per il titolo mondiale 2022.