Bayern Monaco, mano pesante per i No Vax: ecco la decisione

Bayern Monaco sconfitto ad Augsburg e con ben cinque assenti per Covid, il club potrebbe arrivare alla dura decisione.

Bayern Monaco (Adobe Stock)
Bayern Monaco (Adobe Stock)

A parlarne, è la stampa tedesca tramite il domenicale, Bild am Sonntag. Se la notizia venisse confermata, per quanto riguarda il calcio, sarebbe storica e cambierebbe tutto. Infatti, sarebbe arrivata una decisione forte da parte dell’attuale capolista di Bundesliga, il Bayern Monaco.

Se un giocatore non vaccinato dovesse finire in quarantena per causa del Coronavirus, a questo non verrebbe riconosciuto lo stipendio, per tutto il periodo di stop. Secondo le voci tedesche, i dirigenti del Bayern, avrebbero informato di questo, i quattro giocatori che di recente, sono dovuti restare in quarantena.

Tutti potrebbero seguire l’esempio del Bayern

Se in Serie A ci sono squadre che hanno pensato a regali per i tifosi che si vaccinavano, in Bundes, le cose iniziano ad inasprirsi per i calciatori che ricevono stipendio da un club costretto ad averli tra gli indisponibili. I nomi dei calciatori non vaccinati non si conoscono, ma al momento in quarantena ci sono finiti: Joshua Kimmich, Serge Gnabry, Jamal Musiala ed Eric Maxim Choupo-Moting, oltre da ormai due settimane, a Niklas Sule.

I calciatori tra l’altro, sono tornati dal ritiro delle loro Nazionali quando risultati positivi. Ciò significa che avrebbero potuto mettere in pericolo anche altre persone, tra viaggi e ritiri con la squadra della Nazionale. Ora questa del Bayern, potrebbe essere una strada seguita da molti club in giro per il mondo.

LEGGI ANCHE>>> Vaccino, dramma in Serie A: non potrà davvero più giocare?

Intanto, un calciatore in particolare ha già ammesso in tempi non sospetti, di aver deciso di non vaccinarsi. Il centrocampista Joshua Kimmich infatti, lo ha detto a chiare lettere e pubblicamente, e dopo che una persona a lui vicina è risultata positiva, si è dovuto fermare per una quarantena. Ora, il ventiseienne ha già saltato la sconfitta ad Augusta e non ci sarà contro la Dinamo Kiev, martedì. Intanto, i politici tedeschi chiedono il vaccino obbligatorio per i calciatori professionisti.