Charles Leclerc, la pazienza è finita: Ferrari quasi mai competitiva

Il pilota della Ferrari, Charles Leclerc, ha ammesso dopo il GP del Messico che tranne in due occasioni la stagione non ha regalato soddisfazioni.

Charles Leclerc (Getty Images)
Charles Leclerc (Getty Images)

La Ferrari è tornata al terzo posto in classifica costruttori e questa è la prima e unica buona notizia per la Scuderia. La Ferrari è salita a 268,5 punti, mentre la McLaren Mercedes è inchiodata a 255. Un vantaggio sul team inglese che potrebbe essere, ulteriormente, dilatato nel prossimo GP in Brasile. Per quanto concerne la performance, in uno dei tracciati più favorevoli del calendario sulla carta, la Ferrari è risultata essere deludente.

La SF21 non è stata in grado di sopravanzare l’AlphaTauri di Pierre Gasly ed è risultata in atroci sofferenze sulla mescola hard. Charles Leclerc ha chiuso il GP del Messico in quinta posizione, davanti al compagno di squadra Carlos Sainz.

Il monegasco è stato autore di una gara regolare. La partenza è stata positiva e ha evitato i detriti causati dalla collisione tra Daniel Ricciardo e Valtteri Bottas. Un primo giro aggressivo senza commettere errori che ha messo in discesa la gara del monegasco.

Le parole amare di Charles Leclerc

Dopo una buona prima parte di gara Charles Leclerc ha dichiarato: “Quando abbiamo messo la gomma dura ho fatto fatica nei primi giri. Abbiamo fatto poi un primo scambio di posizioni con Carlos Sainz e poi lo abbiamo rifatto dopo. A parte Monaco e Baku non siamo mai soddisfatti in questa stagione. Sulle medie andavamo forte, dobbiamo capire cosa abbiamo sbagliato sulle mescole dure”.

LEGGI ANCHE >>> F1, suicidio Mercedes: Bottas fa l’assist ma segna Verstappen (VIDEO)

L’obiettivo del team era la quarta posizione occupata dal francese dell’AlphaTauri. “Ci siamo fermati relativamente presto per montare le gomme hard e tentare di mettere pressione a Pierre Gasly che ci era davanti. Carlos invece è andato lungo per cercare di avere gomme più fresche e poterlo così attaccare nel finale di gara. Ci siamo scambiati le posizioni ma sfortunatamente nessuno di noi due è riuscito a prenderlo. Il suo passo oggi è stato davvero sorprendente”, ha chiosato Charles.

Mattia Binotto, team principal della Rossa, ha definito il GP del Messico una gara utile per il Cavallino che permette alla Scuderia di tornare al terzo posto nella classifica costruttori. Dal momento che la squadra ha introdotto l’aggiornamento tecnico alla parte ibrida del motore della SF21 la McLaren è stata battuta nelle ultime tre corse. Una piccola soddisfazione che non nasconde, però, il rammarico di un’altra annata di grandi sofferenze per i piloti e per i tifosi della Rossa.