MotoGP, Fabio Quartararo ammette: “Non l’avrei mai fatto”

Il pilota della Yamaha, Fabio Quartararo, è caduto nel GP delle Algarve. È la prima volta in stagione che il campione del mondo chiude con uno zero.

Fabio Quartararo (Getty Images)
Fabio Quartararo (Getty Images)

La Yamaha ha perso l’occasione di risalire sul tetto del mondo. Dopo il trionfo in classifica piloti di Fabio, la casa di Iwata sperava di poter riconquistare lo scettro nei costruttori dopo la stagione 2015. In quella occasione furono Jorge Lorenzo e Valentino Rossi i mattatori per il costruttore giapponese. Il campione del mondo francese è crollato sul tracciato di Portimao, dando il via libera alla casa di Borgo Panigale per il secondo trionfo consecutivo.

Per Fabio Quartararo è stato un weekend sotto tono. Non ha mai trovato il feeling giusto con la moto e non è riuscito in partenza a guadagnare posizioni. Scattato dalla settima casella, il francese è rimasto in quella posizione per gran parte del Gran Premio, non riuscendo a cambiare passo e dimostrando una scarsa sintonia con la pista portoghese.

La Ducati è sembrata troppo superiore alla M1 di Fabio, ma a preoccupare il nativo di Nizza può essere anche il passo in avanti dimostrato dalla Suzuki e dalla Honda. Joan Mir, infatti, ha concluso al secondo posto tra Pecco Bagnaia e Jack Miller. Al quarto e al sesto posto si sono classificate le Honda di Alex Marquez e Pol Espargaró.

La delusione di Fabio Quartararo

Il centauro francese nel 2021 ha trovato spazio nel team ufficiale Yamaha al posto di Valentino Rossi. Quest’ultimo è stato costretto a chiudere la sua ultima annata nel team Petronas. Nella lunga cavalcata al titolo, la costanza di Fabio lo aveva portato a concludere ogni appuntamento del campionato fino ad oggi in zona punti. Nonostante il grande risultato di questa sua prima annata nella squadra ufficiale, il classe 1999 aveva manifestato alla Yamaha i suoi dubbi sullo sviluppo del mezzo nella seconda parte di stagione.

Nel 2021 Fabio inseguiva uno dei primati storici del Dottore che in Honda nel 2003 e in sella alla Yamaha nel 2008 era riuscito a completare le stagioni senza mai cadere. Per Fabio è arrivato in Portogallo il primo zero in classifica.

“Veramente è stato difficile tutto il Gran Premio – ha dichiarato Fabio Quartararo ai microfoni di Sky Sport – più che la caduta in sé mi hanno colpito tutti i punti nei quali facevamo fatica. Oggi ho preso tantissimi rischi per provare ad andare sopra la moto, ma se fossi stato ancora in lotta per il titolo non avrei certo azzardato”.

LEGGI ANCHE >>> Bagnaia meglio di Lorenzo e Dovizioso? Ecco cosa gli è riuscito

Il Diablo può consolarsi con la sua prima corona iridata, matematicamente vinta a Misano. Il francese ha spiegato: Oggi penso che avrei potuto fare molto di più, come passo potevo fare meglio, ma rimanere dietro a tutte quelle Ducati è stato complicato, con la loro velocità non ero in grado di superarle e, davvero, non potevo fare di più. Lo dico da tempo, ci serve più velocità, ma so anche che non è facile”.