Dakar, che trionfo per Danilo Petrucci: l’ex MotoGP fa la storia!

Danilo Petrucci ha vinto la sua prima tappa alla Dakar, approfittando della penalizzazione rifilata a Toby Price che lo aveva preceduto.

Danilo Petrucci (Getty Images)
Danilo Petrucci (Getty Images)

Il primo successo alla Dakar per Danilo Petrucci è già arrivato. Dopo pochi giorni dall’inizio del rally raid più famoso del mondo, il ternano ha fatto sua la prima vittoria di tappa nella categoria riservata alle moto. E pensare che, sino alla scorsa settimana, la partecipazione dell’ex MotoGP sembrava a rischio a causa della positività al Covid che lo aveva colpito.

Nella giornata odierna è andata in scena la quinta tappa della Dakar, nel pieno deserto dell’Arabia Saudita. Petrucci aveva chiuso, durante la corsa, in seconda posizione, battendo di un nulla Ross Branch e “NachoCornejo, che erano vicinissimi e sembravano poterlo precedere.

Il successo se lo era preso Toby Price che aveva dominato la scena, ma a causa di un limite di velocità non rispettato, è arrivata poco dopo una penalità di tempo. Questo ha permesso a Petrucci di poter festeggiare il trionfo, scrivendo un vero e proprio pezzo di storia della sua carriera e di questa gara.

MotoGP, l’ex campione positivo: attacco al sistema sui social (FOTO)

Dakar, per Petrucci un successo che resterà negli annali

Sul primo dei due anelli di Riyadh, in una quinta tappa lunga ben 365 chilometri, Danilo Petrucci aveva rimediato un distacco di quattro minuti e 14 secondi dal capoclassifica, che sulla KTM aveva fatto una clamorosa differenza. Non avendo rispettato un limite di velocità in una slow zone, Toby Price si è visto infliggere ben sei minuti di penalità. Nella giornata di ieri, la Dakar non era stata benevola con il ternano, che aveva chiuso in terza posizione per poi subire la stessa penalizzazione inflitta oggi all’australiano.

Quella di Petrucci è un’impresa anche per un altro motivo: l’ex rider della Ducati, appena ritiratosi dal Motomondiale, è il primo pilota della MotoGP che è riuscito ad imporsi in una tappa del raid più famoso del mondo. Sulla sua KTM, il pilota umbro sta facendo la differenza in questi giorni, dimostrando che la positività al Covid non ha assolutamente lasciato segni sul talento del nostro alfiere.

Fisichella proposta indecente a Valentino Rossi: ecco cosa gli ha chiesto

Per quanto riguarda gli italiani, è positiva la prova di Paolo Lucci, che sale al trentesimo posto nella classifica generale con la sua Husqvarna del Solarys Racing, grazie ad un 34esimo tempo ottenuto nella giornata odierna. Per i nostri colori, si tratta di un’ottima edizione sino a questo momento.