Dani Pedrosa e quel dolce ricordo con Valentino Rossi: è incredibile

Dani Pedrosa parla della sua stagione, ma fa anche un tuffo nel passato quando parla di Valentino Rossi, un punto di riferimento.

Dani Pedrosa (Getty Images)
Dani Pedrosa (Getty Images)

Mancavano pochissime dichiarazioni dei suoi ormai ex colleghi, sul ritiro del grande Valentino Rossi. Così come il connazionale Jorge Lorenzo, anche Dani Pedrosa ha avuto belle parole per il pilota marchigiano. Lui, spagnolo DOC, ha affidato le sue emozioni al quotidiano AS, spesso vicino alle vicende del Motomondiale.

“Per me è stato un gran punto di riferimento – ha ammesso l’iberico – dal quale ho imparato molto e con il quale ho potuto vivere battaglie incredibili”. E come per tanti altri, Rossi è stato ispirazione e voglia di migliorare, ecco cos’ha ricordato l’ex Honda.

Pedrosa ricorda la prima vera sfida

Dani, si è ritirato un anno prima di Valentino, oggi ha trentasei anni ed è rimasto nell’ambiente come collaudatore della KTM Factory Racing. Cosa suggerisce allora a Valentino, che ancora non conosce lucidamente il proprio futuro? “È importante riempire quel vuoto nel miglior modo possibile, con cose che ti emozionano. Niente ti entusiasmerà tanto quanto quello che ha fatto finora. Ovviamente un figlio è il massimo che ti possa capitare nella vita e sono sicuro che riempirà tanti momenti”, dice il classe ’85.

Per Pedrosa, sono diversi i ricordi legati alle sfide con The Doctor, tra cui quella che davvero fu la prima, per qualcosa di importante. Brno 2006, dove alla fine la spuntò l’italiano, ma il nativo catalano ammette: “Quello è stato davvero il primo scontro che abbiamo avuto. Mi ha battuto, ma ho un bel ricordo, perché ci sorpassammo parecchie volte. […] non potevo davvero batterlo in alcune battaglie”.

LEGGI ANCHE>>> Valentino Rossi, assente un pilota alla foto di gruppo: ecco chi era

Lo spagnolo si unisce alla stampa di tutto il mondo, al momento di dover incensare il famoso numero 46 della MotoGP, ricordando che non solo il pubblico, ma anche tutti i piloti, hanno voluto accompagnarlo nell’ultima gara. L’atmosfera, racconta l’iberico, era tranquilla e godibile per tutto il week-end, lì a Valencia. “Interiormente, prendere la decisione di ritirarsi è una cosa molto difficile da fare, ma il giorno che arriva è ancora più forte”, ha confessato il trentaseienne, che per terminare augura a Valentino di essere felice per il suo futuro.