Enea Bastianini può sognare la Ducati ufficiale? Arriva l’investitura

Enea Bastianini è stata una delle sorprese del Motomondiale 2021. Le sue prestazioni hanno portato ai complimenti del boss Ducati.

Bastianini (GettyImages)
Bastianini (GettyImages)

La stagione di MotoGP targata 2021 è terminata quasi tre settimane fa a Valencia ed è ormai tempo di bilanci. Fabio Quartararo ha riportato il mondiale alla Yamaha, diventando il primo francese ad imporsi in top class. La Ducati guarda con ottimismo al futuro dopo la conquista dei titoli costruttori ed a squadre, con Pecco Bagnaia vice-campione e tanti talenti in rampa di lancio. Uno di questi è Enea Bastianini, del team Avintia.

Il riminese ha esordito quest’anno in MotoGP, guidando un mezzo del 2019, riuscendo comunque a figurare in maniera egregia specialmente nella parte finale della stagione. Enea ha infatti chiuso al terzo posto entrambe le gare di Misano, guadagnandosi i primi podi nella classe di riferimento. Un risultato eccellente, considerando la vecchia moto che ha a disposizione.

Bastianini è un talento che non scopriamo di certo oggi, avendo vinto nel 2020 il suo primo titolo mondiale in Moto2, in sella alla Suter. Il 24enne punta molto sulla prossima stagione, visto che in casa Ducati si stanno guardando intorno per quanto riguarda la ricerca di nuovi piloti.

Non è un mistero che Jack Miller sia sulla graticola: l’australiano ha deluso le aspettative e, dopo le due vittorie di Jerez e Le Mans, è totalmente scomparso, cedendo i galloni di pilota di punta al rampante Pecco Bagnaia. La stessa casa di Borgo Panigale ha dichiarato apertamente che le prestazioni di Jack sono risultate ben inferiori alle aspettative, e che qualcosa potrebbe cambiare al termine del 2022. Jorge Martin, in forze al team Pramac, sembra il favorito per sostituirlo, ma anche Enea potrà dire la sua.

Bastianini, arrivano i complimento di Gigi Dall’igna

Il gran capo della Ducati, l’ingegner Gigi Dall’Igna, ha riconosciuto ad Enea Bastianini il duro lavoro svolto, parlandone in un’intervista a “Motorsport-Total.com”. Le parole di elogio verso il romagnolo non sorprendono visto i risultati ottenuti, ed aprono ad un futuro pieno di belle speranze.

Enea non ha avuto a disposizione una moto ufficiale, e si è ritrovato a guidare un mezzo risalente al 2019, neanche dell’anno passato. Nonostante questo, è riuscito a condurre delle gare brillanti, portando a casa ben due podi a fine stagione. L’ho visto forte e concentrato soprattutto nelle ultime fasi delle gare, dove riusciva ad esprimere il meglio del suo talento“.

Dall’Igna ha sottolineato anche quelli che sono i punti deboli di Bastianini, vale a dire i giorni di prove di venerdì e sabato. Dal canto suo, anche Enea ha espresso un parere su quanto fatto nel campionato appena concluso, dimostrandosi volenteroso di proseguire il proprio percorso di crescita.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, Mick Doohan fa a pezzi Jack Miller: che bordata

Il 2021 mi è servito per imparare molte cose, credo di essere migliorato molto dall’inizio dell’anno. Si è trattato di un campionato difficile da interpretare, con molti alti e bassi. Entrambe le gare di Misano sono state ottime, anche se la moto non è facile da guidare. Ora ho imparato a controllarla meglio e mi sento fiducioso in vista del prossimo anno“.