F1, Toto Wolff lancia un’incredibile proposta: i dubbi aumentano

La F1 è in vacanza ma Toto Wolff non ha ancora digerito la sconfitta di Abu Dhabi. Le sue dichiarazioni faranno molto discutere.

F1 Toto Wolff (GettyImages)
F1 Toto Wolff (GettyImages)

Il finale di stagione della F1 si è trascinato alle spalle una valanga di polemiche. La Mercedes ha perso, per la prima volta nel corso dell’era ibrida, un titolo mondiale, quello piloti per l’esattezza. Max Verstappen ha beffato all’ultimo giro Lewis Hamilton, impedendogli di superare Michael Schumacher e di agguntare l’ottava corona iridata.

Il sette volte campione del mondo aveva corso da fenomeno, superando il rivale alla partenza ed allungando. Il britannico era stato capace di gestire alla perfezione anche il delicaato duello con Sergio Perez, che per aiutare la Red Bull ed il compagno di squadra ha fatto di tutto nel tentativo di rallentare l’alfiere del team di Brackley.

Una volta superato il messicano, per Lewis sembrava davvero fatta, ma la F1 in questo 2021 ci ha insegnato che nulla è mai deciso sino alla bandiera a scacchi. La variabile impazzita si è materializzata nella Williams di Nicholas Latifi, finita a muro nella parte finale del tracciato. L’ingresso della Safety Car ed il contemporaneo pit-stop di Verstappen non hanno dato scampo ad Hamilton, scatenando la furia di Toto Wolff.

Il team principal della Stella a tre punte ha furiosamente attaccato via radio il direttore di gara Michael Masi, accusandolo di aver gestito in maniera sbilenca lo sdoppiamento dei piloti che separavano i due contendenti per il titolo. Nei giorni successivi alla gara decisiva, il managing director del Circus, Ross Brawn, ha ritenuto inaccettabile questo comportamento, consigliando che le comunicazioni radio tra direzione gara e boss dei team vengano impedite dal prossimo anno. E Toto sembra essere d’accordo.ù

L’ex F1 ne è certo: Hamilton-Verstappen come la sua sfida a Schumacher

F1, Toto Wolff propone una modifica nei team radio

Dopo il disastro combinato dalla F1 negli ultimi istanti di un bellissimo mondiale, lo spettacolo e l’emozione hanno lasciato spazio a polemiche e reclami, ma Max Verstappen ha potuto festeggiare il titolo in tutta tranquillità. Nonostante la conquista dell’ottavo titolo costruttori consecutivo, Toto Wolff continua a masticare amaro, anche se le sue dichiarazioni appaiono un chiaro controsenso.

In un’intervista rilasciata a “Motorsport.com“, il boss della Mercedes ha detto: “Sono d’accordo con Ross Brawn, anche se noi due siamo comunque i colpevoli di questa vicenda. Abbiamo deciso insieme di mandare in onda le comunicazioni radio tra noi e la direzione gara, per far divertire maggiormente i tifosi e renderli partecipi di ogni fase della corsa“.

Hamilton, aria di ritiro? C’è un silenzio assordante intorno a lui

Tutta la foga del momento ci ha portato a superare ogni limite immaginabile, devo ammettere che da questo punto di vista abbiamo esagerato. Occorre fare un passo indietro, i team principal non devono più comunicare con il direttore di gara o i giudici, poiché si andrebbe a creare una situazione troppo confusa. Non possiamo fare tutte queste pressioni, ed è un discorso che vale anche per i nostri direttori sportivi. L’unica cosa che possiamo fare è dare qualche consiglio, ma per il resto ognuno deve fare il suo“.