Lorenzo e quella rivalità con Valentino Rossi: le parole che non ti aspetti

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi hanno dato spettacolo in pista negli anni passati. Lo spagnolo ha parlato della loro sfida.

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (GettyImages)
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (GettyImages)

Una delle battaglie più entusiasmanti che il mondo della MotoGP ha vissuto recentemente è quella tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. I due, compagni di squadra in Yamaha dal 2008 al 2010  e dal 2013 al 2016, hanno dato spettacolo sulle piste di tutto il mondo, tra sorpassi leggendari e polemiche infinite.

Il maiorchino è stato vice-campione del mondo nel 2009, per poi vincere il suo primo mondiale in top class l’anno successivo, approfittando alla perfezione dell’infortunio del “Dottore” avvenuto al Mugello. Il passaggio del pilota di Tavullia in Ducati ha agevolato la conquista dell’iride nel 2012 dello spagnolo, ma il tempo del duello finale è giunto nel 2015.

In quell’annata, Valentino sembrava tornato sui livelli di qualche anno prima, e riuscì a condurre la classifica praticamente per tutto l’arco del campionato. Lorenzo iniziò la sua rimonta con quattro vittorie consecutive a Jerez, Le Mans, Mugello e Barcellona, rifacendosi sotto al compagno di squadra.

Un’estate più complessa permise a Valentino di riallungare, ma l’equilibrio regnò sovrano sino alla Malesia. In quell’occasione ci fu il famoso calcetto di Rossi a Marc Marquez, evento che gli costò la partenza dal fondo della griglia per l’appuntamento decisivo di Valencia.

Il nove volte campione del mondo si presentò al GP della Comunità Valenciana con 7 punti di vantaggio su Jorge, il che significa che un secondo posto gli sarebbe bastato per vincere il titolo. La rimonta del #46 non andò oltre il quarto posto, con le Honda di Marquez e Dani Pedrosa che non tentarono mai un attacco al loro connazionale. Questo gli permise di trionfare sia nella gara che nel mondiale, in un finale di stagione tra i più turbolenti della storia.

Lorenzo parla delle sue battaglie con Rossi

Da quel giorno sono ormai passati sei anni, e Jorge Lorenzo ha appeso il casco al chiodo ormai al termine del 2019. Il suo palmares è comunque ragguardevole, con tre titoli in MotoGP e due in 250. Nel giovedì di Misano, giornata dedicata a Valentino Rossi per via della sua ultima presenza in una gara italiana prima del ritiro, la scena è stata tutta per il “Dottore”, al quale Sky Sport MotoGP ha dedicato un lungo speciale.

Jorge è stato intervistato ed ha parlato delle sue tante battaglie con l’ex compagno di squadra: “Dal 2008 al 2010 siamo stati la coppia di piloti più forte in sella alla Yamaha. Vincevamo il 70% delle corse ed abbiamo portato a casa tutti e tre i mondiali in palio in quegli anni. Ci sono stati momenti tesi visto che eravamo due galli nello stesso pollaio, due personalità forti che avevano solo la vittoria come obiettivo“.

LEGGI ANCHE >>> Il rivale più forte di Valentino Rossi? Ecco il retroscena

Ci sono stati dei momenti molto belli tra noi, come quando nel 2008 mi ruppi le caviglie ed a Le Mans arrivai secondo dietro di lui e davanti a Colin Edwards. Fu una tripletta straordinaria della Yamaha e Rossi mi teneva sulle ginocchia sul podio, sopra al quale ero salito con le stampelle. Tra noi c’è sempre stato rispetto, ma un’amicizia era impossibile”.