Lewis Hamilton, ormai Schumacher è nel mirino: un suo record sta per crollare

Con il trionfo a Jeddah Lewis Hamilton si è avvicinato, ulteriormente, ad un primato storico di Michael Schumacher.

Schumacher (Getty Images)
Schumacher (Getty Images)

Lewis Hamilton ha vinto il braccio di ferro in Arabia Saudita contro Max Verstappen. L’esperto pilota anglocaraibico ha colto il terzo successo consecutivo, dimostrando a tutti, se ancora ve ne fosse bisogno, le sue straordinarie qualità. Il fenomeno della Mercedes non ha sbagliato nulla nel corso dell’intero fine settimana. Il campione in carica ha ottenuto il miglior tempo nelle qualifiche, mentre il suo rivale della Red Bull Racing ha sbattuto contro il muro all’ultima curva. Dopo essere scattato da leader in gara, alla prima interruzione con bandiera rossa, per un crash di Mick Schumacher, Lewis Hamilton ha perso la testa della corsa.

La bandiera rossa decisa dal direttore di gara Michael Masi ha stravolto l’ordine iniziale dei piloti, determinando una partenza incandescente tra Lewis Hamilton e Max Verstappen in prima fila. Il giovane olandese, sebbene dalla prima piazzola, è scattato peggio rispetto al sette volte campione nel mondo. I due si sono ritrovati ruota a ruota in curva 1 per la felicità di chi ha optato per una decisione forzata dell’interruzione della gara. A Jeddah si è assistito ad uno spettacolo artificiale, quasi creato ad arte per mettere i piloti in condizione di creare uno show.

La manovra oltre i limiti del regolamento ha portato ad una contrattazione tra Michael Masi, direttore di gara, e il team Red Bull Racing. L’olandese ha evitato una pena più grave, partendo dalla terza posizione dopo la manovra sconsiderata su Lewis Hamilton. La decisione ha rappresentato un assurdo, dato che l’olandese si è ritrovato, senza grandi problemi, nuovamente primo in curva 1 grazie ad una partenza a fionda. Lewis Hamilton non si è perso d’animo e ha ricominciato a martellare, nonostante il leggero contatto con Esteban Ocon alla ripartenza, stretto tra i due contendenti.

Lewis Hamilton vuole strappare un record a Schumacher

Il pilota della Mercedes, tra mille peripezie, è riuscito ad evitare un incidente con il contendente della Red Bull Racing. Max Verstappen, dopo l’ennesima scorrettezza, è stato punito dalla direzione gara ed è stato costretto a cedere la posizione. Anche in questo caso tra i due ci sono state scintille. Max Verstappen, infatti, ha inchiodato la sua RB16B, determinando un tamponamento di Lewis. Dopo due penalità e dieci secondi complessivi, Max si è dovuto inchinare allo strapotere del re nero.

In classifica Lewis Hamilton e Max Verstappen adesso sono appaiati a quota 369,5 punti. Il nativo di Stevenage, dopo una grande rimonta, vuole puntare alla conquista del suo ottavo titolo mondiale ad Abu Dhabi. Nessuno è mai riuscito ad arrivare così in alto nella storia della Formula 1. Domenica 12 dicembre potrebbe crollare già il record condiviso con Michael Schumacher. L’anglocaraibico e il tedesco sono entrambi a quota sette titoli mondiali.

LEGGI ANCHE >>> F1, Hamilton e Verstappen a pari punti? Ecco com’è andata l’ultima volta

Sul circuito cittadino di Jeddah l’asso della Mercedes ha ottenuto il suo diciannovesimo hat trick, ovvero pole position, migliore giro e vittoria. Hamilton ha messo nel mirino Michael Schumacher, fermo a ventidue. Tra i piloti in attività Sebastian Vettel è a quota otto, mentre Fernando Alonso ha conquistato cinque hat trick. Max Verstappen, Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen sono tutti fermi a due. Lewis Hamilton è sempre più vicino a demolire tutti i record storici del libro della F1.