MotoGP, decisione clamorosa per Austin: un omaggio davvero incredibile

Oggi il ricordo del giovane spagnolo scomparso, i piloti della MotoGP hanno osservato un minuto di silenzio in pista.

MotoGP (Instagram)
MotoGP (Instagram)

Il ricordo del giovanissimo Dean Berta Vinales è inevitabilmente, ancora fresco. Soprattutto per il cugino Maverick, che ha deciso di non correre in Texas, per star vicino alla propria famiglia. Un dramma che si va ad unire già ad altre due morti in pista di questa stagione. Ed infatti anche Valentino Rossi ha detto che oggi i più giovani sono troppo pericolosi, anche se non tutti sono d’accordo.

Comunque dopo tante polemiche e parole sulla sicurezza, c’è stato finalmente un momento che ha messo d’accordo tutti i piloti del Motomondiale. Oggi infatti, in pit-lane proprio ad Austin, tutti gli atleti si sono radunati per mostrare una foto di Dean, con la scritta in inglese: “Per sempre nei nostri cuori”.

MotoGP, prima di correre ci sarà il silenzio

Non è comunque mancato modo di aggiungere del pepe a tutta la vicenda, con Marc Marquez che ha finalmente risposto alle parole di Michel Fabrizio, nella speranza però, che ora non ci saranno contro-repliche e che questa vicenda finisca finalmente, nel doveroso silenzio che merita.

Di certo il silenzio lo hanno rispettato gli uomini della MotoGP, tra piloti, ingegneri, staff e presenti, oggi. Prima di poter partire ad Austin infatti, tutti i piloti che si erano portati in pista per mostrare una foto del quindicenne scomparso, sono anche stati in silenzio per un minuto. E forse la cosa si ripeterà domenica, prima della gara.

LEGGI ANCHE>>> Dovizioso “picchia” duro i suoi coetanei: “La colpa non è dei ragazzini”

Il ragazzo prematuramente scomparso, ha visto terminare la sua vita dopo un maledetto incidente ad Jerez de la Frontera in un evento della WorldSSP300. Dean è quindi scomparso nello stesso Paese che gli diede i natali, la Spagna. Nato a Palau-saverdera, il ragazzo era cugino come già detto, di Maverick, oggi professionista della MotoGP e Isaac, già campione nella categoria Moto2.