MotoGP, la Yamaha trema: ecco cosa si dice su Bagnaia

Pecco Bagnaia continua a sorprendere e dopo le cinque pole consecutive, ha vinto il suo terzo GP in stagione. La Yamaha lo incorona come primo rivale nel 2022.

Bagnaia (Getty Images)
Bagnaia (Getty Images)

Bagnaia è il pilota che è, maggiormente, cresciuto in questa combattuta annata di MotoGP. Dopo due stagioni nel team Pramac dove aveva fatto molta fatica ad adattarsi alla top class, il talento di Pecco è esploso nel 2021 in sella alla Ducati del team ufficiale. Il torinese ha vinto tre gare delle ultime cinque ed è, matematicamente, secondo nella graduatoria mondiale.

Il progresso di Bagnaia non è stata notato solo dai vertici della Ducati che possono coccolarsi una giovane promessa del motociclismo, ma anche dai rivali della Yamaha. Il team giapponese quest’anno ha lottato fino al GP di Portogallo con la casa di Borgo Panigale per la conquista del titolo costruttori. La caduta di Fabio Quartararo ha spianato la strada alla Ducati per la seconda affermazione consecutiva nei costruttori.

La costanza del Diablo ha permesso alla casa di Iwata di sfiorare una impresa. La Ducati nel corso dell’intera stagione è apparsa la moto più forte dell’intero lotto. Il team giapponese si è basato sull’estro del giovane campione del mondo francese, ma la “Rossa” alla fine ha vinto il braccio di ferro, potendo fare affidamento su tanti rider di assoluto rispetto.

Occhi puntanti su Bagnaia

In attesa di capire l’evolversi delle condizioni di Marc Marquez, nella prossima stagione il primo rivale di Quartararo e della Yamaha sarà Bagnaia. Quest’ultimo sta chiudendo alla grande la stagione e potrà fare affidamento su una Ducati rinnovata e ancora più potente nella prossima stagione.

In una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport, il capotecnico della Yamaha, Guido Gubellini, ha analizzato la stagione di Quartararo e ha pronosticato uno duello accesissimo con il pilota italiano della Ducati nella prossima stagione. “Vedo molto forte Bagnaia con la Ducati – ha raccontato Guido Gubellini – sarà lui l’avversario più duro. Ma anche Bastianini e Martin, che hanno già fatto bene all’esordio. E poi Marquez tornerà”.

LEGGI ANCHE >>> Binder, a rischio la MotoGP? Anche Andrea Dovizioso dice la sua

La stagione 2022 si preannuncia essere scoppiettante. Bagnaia avrà un anno di esperienza in più nel team ufficiale Ducati e punterà a detronizzare Fabio Quartararo. I tecnici della casa di Iwata dovranno fare un bel balzo in avanti se vorranno competere nei costruttori con la squadra italiana. L’ultima corona iridata per la Ducati, in classifica piloti, è arrivata invece nel 2007 con Casey Stoner. Bagnaia nella prossima annata proverà a fare la storia.