Terremoto in casa Yamaha: ecco i piloti contattati da Jarvis

Jarvis risponde alle indiscrezioni su tre piloti accostati alla Yamaha in chiave MotoGP: ci sono delle vere sorprese.

In casa Yamaha non è tutto definito per il prossimo campionato MotoGP. Oltre al rinnovo del contratto di Fabio Quartararo, bisogna capire se continuerà la collaborazione con la squadra satellite WithU RNF.

Lin Jarvis (foto MotoGP.com)
Lin Jarvis (foto MotoGP.com)

L’unico ad avere un contratto per il 2023 è Franco Morbidelli, che non sta affatto soddisfacendo le aspettative del team di Iwata. Il pilota italiano si sta impegnando al massimo per essere competitivo, però al momento sta deludendo. Il talento non gli manca, ma deve trovare una soluzione per conquistare risultati più in linea con quelli del compagno di squadra.

Quartararo oggi l’unico in grado di vincere e, in generale, di essere in top  5 con la M1. Per questo la Yamaha se lo vuole tenere stretto nel proprio team ufficiale. Una priorità assoluta, prima di capire se andare avanti con WithU RNF come struttura cliente. Alcuni rumors danno la formazione di Razlan Razali a colloquio con Aprilia per un possibile cambio di marchio.

Yamaha MotoGP: Jarvis su Oliveira, Vietti e Razgatlioglu

In queste settimane era spuntato il nome di Miguel Oliveira come alternativa a Quartararo nel caso in cui quest’ultimo decidesse di cambiare squadra. Lin Jarvis, intervistato da Speedweek, ha ammesso dei contatti: “Ho parlato con Paulo Oliveira, padre di Miguel, ma devo dire che ho parlato con praticamente tutti i manager dei piloti. Fa parte del mio lavoro, devo sapere cosa succede nel mercato. Voglio conoscere cos’ha in programma la Honda ed ero anche interessato alla situazione dei due piloti Suzuki. Ora so cosa sta succedendo”.

In caso di rinnovo del contratto con WithU RNF, è improbabile che continuino ad essere Andrea Dovizioso e Darryn Binder i piloti. Ci sono altre ipotesi che circolano. Una è Celestino Vietti, ora leader della classifica mondiale Moto2: “Il team Mooney VR46 ha già Marini e Bezzecchi – commenta Jarvis – quindi potrebbe non avere posto. È sicuramente un rider interessante”.

Altro nome che circola in orbita Yamaha è Toprak Razgatlioglu, campione in carica del Mondiale Superbike e che ha già un contratto per il 2023. Bisognerà capire se continuerà a correre nell’attuale campionato oppure se farà il salto in MotoGP.

Jarvis a proposito di Razgatlioglu ha confermato il probabile test sulla M1, ma senza sbilanciarsi su un suo futuro nella top class: “Proverà per la prima volta una Yamaha MotoGP a giugno, credo ad Aragon. Non abbiamo posto per lui nel team ufficiale, possiamo offrigliene solo uno nella squadra RNF. Non vuole, ha due opzioni: andare con altro team o continuare i Superbike. Deciderà lui, ma prima vediamo i tempi”.

Toprak ha già fatto sapere di voler correre con una struttura factory in caso di passaggio in MotoGP, pertanto è difficile pensare che accetti una sistemazione in WithU RNF se quest’ultima dovesse rinnovare con Yamaha.