Verstappen racconta “l’odio” con Hamilton: un rapporto particolare

Max Verstappen e Lewis Hamilton si sono sfidati duramente nel 2021, e la tensione tra i due è salita alle stelle. Ecco le sue parole.

Max Verstappen (Getty_Images)
Max Verstappen (Getty_Images)

La stagione di F1 si è conclusa nel segno di Max Verstappen, che è riuscito a beffare Lewis Hamilton nel gran finale di Abu Dhabi. Si è trattato di uno dei campionati più tesi di sempre, che ha riportato al Circus spettacolo e passione anche per i tifosi. La gestione finale da parte di Michael Masi e della direzione gara ha fatto molto discutere, ma ciò non toglie nulla all’olandese che è stato in grado di svolgere un lavoro perfetto per tutto l’anno.

La Red Bull è stata bravissima a mettere in pista una RB16B straordinaria, in grado di chiudere un gap di mezzo secondo dalla Mercedes, che fino a dodici mesi fa appariva inattaccabile. La Honda ha, a sua volta, tirato fuori la miglior power unit dal 2015 ad oggi, dando anche una lezione a tutti dal punto di vista dell’affidabilità.

Verstappen ha montato la quarta unità propulsiva nel Gran Premio di Russia, e tutti gli avversari e gli addetti ai lavori erano fermamente convinti che, almeno un ulteriore motore endotermico, sarebbe stato sostituito. Sorprendendo tutti, Red Bull ed Honda sono giunti sino ad Abu Dhabi senza problemi, un qualcosa di incredibile pensando al passato.

La McLaren, nel triennio 2015-2017, era costretta a cambiare diversi propulsori anche nell’arco dello stesso week-end, ma ora è cambiato tutto. La Mercedes si è ritrovata spiazzata, e diverse volte ha dovuto pagare posizioni di penalità in griglia a causa di una tenuta non garantita delle sue power unit. La roulette dei cambi motore ha premiato la Red Bull ed il motorista nipponico, risultando determinante nell’assegnazione del titolo mondiale.

L’ex F1 ne è certo: Hamilton-Verstappen come la sua sfida a Schumacher

Verstappen, con Hamilton c’è stato odio sportivo

La rivalità tra Max Verstappen e Lewis Hamilton ha affascinato tutti, ed i due piloti hanno dimostrato di averne clamorosamente di più in questa stagione. Su 22 gare, la coppia di testa ha chiuso al primo e secondo posto in ben 14 occasioni, 6 nelle ultime 7 gare. Un ruolino di marcia impressionante che rende bene l’idea di quanto siano stati capaci di fare la differenza sugli altri.

L’olandese ha concesso un’intervista alla “BBC“, rivelando alcuni dettagli della corsa al titolo che l’ha visto contrapposto al sette volte campione del mondo: “Abbiamo vissuto una battaglia bellissima, ci siamo guardati negli occhi e siamo arrivati ad apprezzare il nostro combattimento. Spesso si siamo sportivamente odiati, ma va bene così“.

Verstappen non ha usato giri di parole: “Siamo due piloti molto competitivi, questo spirito ce lo portiamo dietro da quando siamo piccoli. Hamilton è un pilota incredibile, ed ho apprezzato molto il fatto che si sia venuto a complimentarsi dopo la gara di Abu Dhabi. Ci siamo spinti al limite quest’anno, e capisco che per Lewis non sia stato facile accettare di aver perso“.

Sainz “spaventa” la Ferrari: ora bisogna chiudere in fretta

Lui ha comunque vinto sette titoli, e spero che la cosa lo consoli. Il prossimo anno farà del suo meglio, anche se molto dipenderà da come saranno le macchine. Mi auguro che la nostra rivalità prosegua a lungo, per me è stato un piacere ed un onore poterlo sfidare in questo campionato“.