F1, un dato fa esultare i team: merito di Hamilton e Verstappen?

La F1 è tornata a divertire ed emozionare in questo 2021. I dati che riguardano il Circus lo confermano dopo le emozioni di Abu Dhabi.

F1 stats (GettyImages)
F1 stats (GettyImages)

Grandi notizie per la F1, per la quale gli affari vanno a gonfie vele. Quello che occorreva al Circus era una stagione finalmente combattuta, dopo anni di passeggiate per Lewis Hamilton e la Mercedes. In questo 2021, la Red Bull è stata in grado di mettere in difficoltà il team di Brackley, che per una volta non si è dimostrato invincibile come si poteva credere.

Alla fine dell’anno, in un pirotecnico Gran Premio di Abu Dhabi, Max Verstappen si è preso la vittoria della corsa e quella nel titolo mondiale, detronizzando il britannico che stava già pregustando il sorpasso a Michael Schumacher. Il 2021 ci ha regalato, oltre ad una splendida sfida mondiale, tantissime gare imprevedibili ed appassionanti, che solo con la bandiera a scacchi sono state decise del tutto.

La F1 ha fatto sorridere Alpine e McLaren in occasione dei Gran Premi di Ungheria ed Italia, vinti rispettivamente da Esteban Ocon e Daniel Ricciardo. Per il francese si è trattato del primo successo in assoluto, dopo una gara in cui ha tenuto dietro per 70 giri l’Aston Martin di uno scatenato Sebastian Vettel, poi squalificato dopo le verifiche.

L’australiano ha invece guidato la doppietta del team di Woking a Monza, nel giorno dell’ennesima collisione tra Verstappen ed Hamilton. Daniel ha gestito alla grande la partenza perfetta, in cui era volato in testa superando Max. Probabilmente, vista la grande velocità di punta della McLaren, avrebbe vinto anche con l’olandese ed il sette volte campione del mondo in pista.

Leclerc bloccato dal regolamento: un suo desiderio è impossibile

F1, ascolti record ed affari d’oro per il Circus

Come era prevedibile, un mondiale così combattuto e divertente è stato una boccata d’ossigeno per la F1. Tanto per dare un numero, il Gran Premio di Abu Dhabi 2021 è stato seguito con un aumento del 97% di spettatori rispetto a quello del 2020, quando il mondiale era già deciso da tempo.

Nel settore digitale, la crescita è stata del 135% grazie ai numerosi sforzi di Liberty Media, che nonostante le grandi perdite dello scorso anno a causa del Coronavirus non ha mai mollato la presa sugli investimenti. Già dalle prime gare, tralasciando Imola, Portimao e Barcellona, il mondo dei Gran Premi ha potuto contare sul ritorno del pubblico in tribuna, una vera rinascita per il Circus.

La F1 ha stimato che, da Monaco in poi, quasi 3 milioni di persone siano stati presenti fisicamente ai Gran Premi, acquistando il biglietto e finanziando gli organizzatori delle gare. Nelle ultime corse stagionali, la carovana ha debuttato in Qatar ed Arabia Saudita, due tracciato dove le monoposto non avevano mai corso e che sono situati in paesi molto ricchi.

F1, arriva la bordata della Honda contro Hamilton: accusa pesante

Anche i soldi degli sceicchi devono aver fatto molto comodo al gruppone guidato da Stefano Domenicali, ex team principal della Ferrari. E per i prossimi anni sono attese nuove corse, come quella di Miami nel 2022 ed il ritorno in pianta stabile del Qatar dall’anno successivo. Questo sport è cambiato ed è bene che i puristi lo accettino.