F1, Vettel è già dimenticato: Christian Horner pensa solo a Max Verstappen

Il team principal della Red Bull Racing, Christian Horner, ha esaltato il lavoro del suo nuovo fenomeno. Parole al miele per Max Verstappen.

Max Verstappen (Getty Images)
Max Verstappen (Getty Images)

Christian Horner è sempre più innamorato del suo pupillo Max Verstappen. Il pilota della Red Bull Racing è fresco vincitore del suo primo titolo iridato in F1. L’olandese è stato autore di una stagione strepitosa condita da ben dieci vittorie. L’astro nascente della Formula Uno non ha commesso particolari errori ed è riuscito, in un confronto accesissimo, a battere un pilota esperto come Lewis Hamilton. Il modo con cui il figlio d’arte di Jos ha vinto il suo primo titolo non devi offuscare la sua strepitosa annata.

Max Verstappen ha commesso pochissimi errori nel 2021, il più grande è stato quello compiuto alla prima variante di Monza. L’alfiere della Red Bull Racing ha osato troppo, finendo per atterrare sulla Mercedes W12 del rivale alla corona. In quella circostanza Max Verstappen è stato punito dalla direzione gara, ma si è trattato dell’unico 0 dipendente da una sua errata valutazione. In tutti gli altri tre casi l’olandese è stato estromesso dalla lotta per la prima posizione per responsabilità non sue.

In Azerbaigian, da leader della corsa, ha sofferto di un’improvvisa esplosione di una mescola Pirelli, finendo anzitempo la gara. A Silverstone il pilota della Red Bull Racing è stato colpito all’altezza della Copse da Lewis Hamilton, finendo contro le barriere inglesi al primo giro della corsa. L’impatto a 51G è stato molto forte, determinando anche dei successivi controlli medici, mentre Lewis Hamilton si aggiudicava la tappa di casa. In Ungheria ci ha pensato Valtteri Bottas, in una incredibile carambola, a colpire Max Verstappen, rovinandogli la sua corsa.

Verstappen paragonato a due fenomeni: l’ex F1 ne è certo

L’esaltazione di Christian Horner per Max Verstappen

Il team principal della RB, naturalmente, ha dei ricordi meravigliosi anche del periodo vissuto dal 2010 al 2013. Il team principal della Red Bull Racing si è aggiudicato quattro titoli costruttori consecutivi e quattro mondiali piloti con Sebastian Vettel. le sensazioni provate dal manager inglese sono diverse rispetto a quelle percepite ai tempi del tedesco.

Come riportato da Speedweek, Christian Horner in una intervista ha dichiarato: “E’ sempre difficile fare paragoni. Ma vincere il primo titolo nel 2010 è stato qualcosa di molto speciale perché è diventato realtà contro ogni previsione. Il nostro feeling oggi si avvicina di più a quello del 2010“. In quell’annata fu beffato Fernando Alonso e la Ferrari, nel 2021 la Red Bull Racing ha battuto, all’ultimo respiro, la Mercedes di Lewis Hamilton.

F1, Vettel ha un dato impressionante: Ferrari o Aston Martin non cambia

Horner ha aggiunto:L’intensità del 2021 è stata completamente folle. Alla fine, siamo stati in grado di battere una squadra di così alta qualità come Lewis Hamilton e la Mercedes. Ci siamo dovuti migliorare oltre le aspettative. Vincere il titolo è anche così bello perché la Mercedes ha dominato l’era ibrida. Avevano letteralmente spazzato via gli avversari. Noi siamo riusciti a costruire una macchina che fosse veloce fin dalla prima gara, e Max l’ha afferrata con entrambe le mani“.

Il grosso del merito per il quarantottenne britannico è stato di Max Verstappen che ha tenuto vive le speranze dell’intera squadra. Nella seconda parte di stagione la RB16B non era, costantemente, l’auto più veloce in pista, ma Max non ha mai perso le speranze. “Verstappen ha sempre combattuto, ha sempre creduto nella vittoria del titolo, che anno incredibile! Stiamo quasi scoppiando di orgoglio per quello che ha mostrato nel 2021. Nessuno merita questo titolo più di Max“, ha chiosato Horner.