Hamilton sbugiardato da Wolff: figuraccia mondiale per l’inglese

Toto Wolff ha praticamente smentito quello che aveva detto Lewis Hamilton riguardo al ricorso sul finale di Abu Dhabi. Ecco le sue parole.

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Getty Images)

Giornate turbolente per Lewis Hamilton e la Mercedes. Dalla vittoria mondiale di Max Verstappen andata in scena ad Abu Dhabi è passata quasi una settimana, ma la rabbia non sembra aver lasciato il posto alla serenità ed alla voglia di voltare pagina. Nella serata di giovedì è andata in scena la serata di galà della FIA, dove sono stati consegnati i premi per tutte le categorie del motorsport.

L’olandese si è presentato assieme alla splendida fidanzata Kelly Piquet, figlia del tre volte iridato Nelson ed ex moglie di Daniil Kvyat, mentre per il team di Brackley non erano presenti Lewis e Toto Wolff. A ritirare la coppa dell’ottavo titolo costruttori consecutivo, pur sempre un gran bel risultato per la Stella a tre punte, ci ha pensato James Allison, ex ingegnere della Ferrari ormai da anni alla corte di Brackley.

Anche Valtteri Bottas era presente, ma è ormai un pilota dell’Alfa Romeo Racing che, dunque, non aveva bisogno di permessi speciali. Hamilton e Wolff, e questo è indubbio, hanno fatto davvero una brutta figura. Il team principal ha iniziato a non acccettare la sconfitta sin da prima che la gara ripartisse dopo l’ingresso della Safety Car, ovvero prima dell’arrivo.

Il sette volte campione del mondo era stato molto sportivo subito dopo la gara, andando ad abbracciare Verstappen e congratulandosi a parole con il rivale olandese. Il britannico non si è poi presentato in conferenza stampa per volere della squadra, che ha voluto evitare anche la partecipazione al galà della FIA.

F1, Toto Wolff all’attacco: Hamilton derubato, pretende azioni dalla FIA

Hamilton, Wolff lo mette in imbarazzo

Dopo il GP di Abu Dhabi ed il fattaccio tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, da parte della Mercedes è partita la sarabanda dei ricorsi, dimostrando sin da subito di non saper perdere. Stando a quanto si era appreso, sembrava che il pluri-campione avesse chiesto al team di Brackley di non procedere ulteriormente con l’appello, ma a quanto pare non è proprio così.

Toto Wolff infatti, in un video-messaggio. ha letteralmente “sbugiardato” il suo pilota: “Di comune accordo con Lewis, abbiamo preso la decisione di fare appello contro la decisione della FIA. Poco dopo, abbiamo deciso di ritirarlo. Come potete immaginare, sia per lui come pilota che per noi come squadra è stato terribile trovarsi in una situazione del genere che ha deciso l’esito del campionato“.

Poi abbiamo ragionato, ed abbiamo capito che nessuno di noi avrebbe voluto vincere e festeggiare un titolo vinto in tribunale. Noi siamo ancora convinti del fatto che, in base a tutto ciò che avevamo a disposizione, in un’aula regolare avremmo ottenuto la vittoria. Su questo non ho alcun dubbio. Credo che quanto accaduto non sia un semplice errore, ma un vero e proprio utilizzo assurdo delle regole, un freestyle mai visto prima“.

F1, Mondiale riaperto? Parte l’inchiesta FIA: ecco come stanno le cose

La certezza è che Hamilton e Wolff non digeriranno probabilmente mai un risultato del genere. La stagione 2021 ha messo in evidenza un Verstappen straordinario ed una Red Bull da titolo, che solo nelle ultime gare era misteriosamente calata, alimentando sospetti sulle buone azioni della Mercedes. A Milton Keynes possono comunque dire di avercela fatta, anche se il costruttori è svanito per pochi punti.