Mercedes, gli effetti del Mondiale perso: arriva una prima “fuga”

La Mercedes non avrà più due importanti partner nel 2022. Non si trattava di sponsor primari, ma è comunque un brutto segno.

Mercedes (GettyImages)
Mercedes (GettyImages)

In casa Mercedes ci si prepara al 2022. Il prossimo campionato presenterà grandi novità all’interno del team di Brackley, dal momento che George Russell esordirà come nuovo pilota della squadra campione del mondo. Il britannico, in realtà, non si troverà al debutto assoluto con la Stella a tre punte, dal momento che aveva disputato il GP di Sakhir del 2020, sostituendo Lewis Hamilton che era risultato positivo al Covid-19.

Il giovane, proveniente da un lungo apprendistato in Williams dove ha svolto tre anni di gavetta, è ormai pronto per entrare in un top team, a cui era destinato da sempre. Dopo il titolo vinto in Formula 2 nel 2018 con l’ART Grand Prix, George fece subito vedere di che pasta era fatto alle sue prime esperienze in F1, battendo senza problemi i compagni di squadra Robert Kubica e Nicholas Latifi.

Il 2022 lo vedrà accanto ad un sette volte campione del mondo, che sarà al via della decima stagione consecutiva in Mercedes. Quella tra Lewis ed il team di Brackley è una delle storie d’amore più lunghe di sempre, dal momento che solo tra Michael Schumacher e la Ferrari c’era stato un legame più duraturo, con undici anni trascorsi insieme.

Il britannico non si presenterà ai nastri di partenza da campione del mondo, dopo la beffa subita ad Abu Dhabi per mano di Max Verstappen e della sua Red Bull. Dopo quella giornata, l’anglo-caraibico è entrato in un infinito silenzio stampa e social, e non rilascia dichiarazioni proprio da quel momento in cui scese dalla macchina, in quel di Yas Marina.

F1, ecco i motivi del ko Mercedes: parole forti per il team di Brackley

Mercedes, persi gli sponsor Epson e Bose

La Mercedes dovrà riscattarsi, anche se il 2021 non è stato del tutto fallimentare. La casa di Stoccarda si è comunque presa l’ottavo titolo costruttori consecutivo, un record che appare sempre più irraggiungibile. La perdita del mondiale piloti ha un peso specifico enorme, dal momento che è stata persa l’imbattibilità proprio all’ultima corsa di quel ciclo tecnico di monoposto.

Dopo il ko di Abu Dhabi, Toto Wolff e soci hanno iniziato a preparare la vendetta, ma intanto è arrivata una brutta notizia: gli sponsor Epson e Bose non saranno più partner della Stella a tre punte dal 2022, che da tempo erano assieme alla squadra più forte di ogni epoca.

Andando sul sito web della Mercedes F1 si può infatti visualizzare la pagina relativa ai partner, ed è ben visibile la mancanza dei due marchi sopracitati. Come sponsor principali vengono confermati la Petronas ed Ineos, e tra quelli secondari rientrano UBS, TeamViewer, Crowdstrike, Tommy Hilfiger, FTX e molti altri. Puma resta uno dei “team suppliers”, ovvero tra i fornitori principali assieme a Police e OMP.

F1, Toto Wolff lancia la Ferrari: ecco perché sarà davanti a tutti

Di certo, nonostante una doppia perdita, per la casa tedesca non ci sono grosse problematiche relativamente agli sponsor. Ad inizio 2021, la rivale Red Bull non aveva tantissime “scritte” sulla sua livrea, ma man mano che i risultati arrivavano, la RB16B si è riempita di nuove partnership. Questo sarà l’obiettivo delle frecce d’argento per i prossimi mesi di inizio stagione.