MotoGP, Dall’Igna punta sul team Gresini: grandi aspettative

Gigi Dall’Igna è stato presente al lancio delle Ducati di Gresini, nuovo partner della casa bolognese. La MotoGP è ricca di Desmosedici.

Ducati (Getty Images)
Ducati (Getty Images)

C’era grande attesa per la presentazione del team Gresini Racing, che dal 2021 correrà in MotoGP con la Ducati. Dopo anni di sofferenza a causa delle scadenti Aprilia, la squadra fondata dal compianto Fausto ha deciso di avviare una collaborazione con la casa di Borgo Panigale, nuovo punto di riferimento grazie alla velocissima Desmosedici.

L’ottimismo, nelle sedi del marchio bolognese, regna sovrano. La moto del 2021 era la migliore in pista, specialmente nella seconda parte di stagione. Ai test di Sepang vedremo la versione definitiva della Desmosedici GP22, quella che dovrà andare all’attacco del mondiale piloti dopo i due costruttori consecutivi.

All’evento andato in scena questa mattina erano presenti i due piloti, Enea Bastianini ed il debuttante Fabio Di Giannantonio. Entrambi si sono dichiarati entuasiasti di cominciare questa avventura, e la livrea li ha letteralmente stregati. La colorazione è rosso-celestina, ricca di sponsor che la rendono ancor più filante.

Enea dovrà proseguire il suo percorso di crescita, mentre il romano è al debutto assoluto in MotoGP ed ha una gran voglia di stupire così come ha fatto il suo compagno di squadra lo scorso anno. L’obiettivo dichiarato per Bastianini è quello di lottare spesso e volentieri per il podio, mentre il suo teammate dovrà crescere in fretta e puntare al ruolo di rookie dell’anno, vinto nel 2021 da Jorge Martin, alfiere della Ducati Pramac.

Espargaro sbugiarda la teoria su Marquez: ecco la verità sulla Honda

MotoGP, Gigi Dall’Igna carica il team Gresini

Alla presentazione del Gresini Racing non poteva mancare Gigi Dall’Igna, boss di Ducati Corse e punto di riferimento per la MotoGP dal lato ingegneristico: “Il Gresini Racing è ormai parte della nostra grande famiglia. Alla fine dello scorso anno, i test di Jerez sono andati bene anche se Fabio ha avuto qualche problema. Enea deve continuare la sua crescita, è stato molto bravo nella stagione d’esordio ed è riuscito a portare a casa due podi. Spero che continuerà così ed ha il talento per essere uno dei protagonisti“.

Fabio è al debutto assoluto e deve replicare quello che ha fatto Enea lo scorso anno, quando esordì in questo mondo della top class. Non deve farsi prendere da una pressione eccessiva perché sa quello che deve fare. Aiuteremo questa squadra durante le prossime annate, sia dal punto di vista tecnico che da quello umano. Vogliamo raggiungere risultati importanti ed avranno tutto il supporto della famiglia Ducati, di cui ora fanno parte. Il nostro rapporto e l’unione che abbiamo raggiunto deve essere un punto di forza“.

Honda ossessionata dalla vittoria: MotoGP e F1, si punta alla doppietta

La MotoGP avrà dunque al via altre due Ducati, e la certezza è che il team Gresini vorrà tornare a replicare i risultati di un tempo. L’ultima vittoria risale al GP del Portogallo del 2006, vinto da Toni Elias ad Estoril. Il podio è un miraggio dal GP di Francia del 2014, dove Alvaro Bautista chiuse terzo. Questi risultati arrivarono con la Honda, mentre con l’Aprilia è iniziato il calvario. La nuova partnership dovrebbe portare un netto step a livello di prestazioni.