MotoGP, un pilota cambia categoria: primo scossone per il 2022

Prime novità sul 2022 per la MotoGP, sono ben due i piloti che cambiano categoria, ecco dove andranno e chi sono.

MotoGP (GettyImages)
MotoGP (GettyImages)

Iker Lecuona e Xavi Vierge, correranno nella prossima stagione con il Team ufficiale Honda. Il primo, ha corso quest’anno in Tech3, il secondo nella classe intermedia, con la Petronas Sprinta Racing.

Dopo che Valentino Rossi ha già deciso il proprio futuro, lo fa anche la Honda, che in una nota annuncia: “Honda è lieta di annunciare di aver raggiunto un accordo con i piloti spagnoli Iker Lecuona e Xavi Vierge per gareggiare nel loro team ufficiale del World Superbike nel 2022 a bordo della Honda CBR1000RR FIREBLADE ufficiale”.

La novità in MotoGP

Un passaggio che è anche una scelta di cambiamento, soprattutto per lo spagnolo Lecuona, che passa dalle moto da prototipo della MotoGP, alla categoria SBK, vetture a due ruote derivate di serie.

Il ragazzo di Valencia è forse uno dei prospetti futuri migliori, per tutta la Spagna, che ora tifa per Marquez che è ad un passo dalla storia. Il valenciano ha 21 anni ed è già al suo secondo anno in MotoGP. Un altro giovane esaltante è proprio Vierge, ventiquattrenne di Barcellona, che invece sta terminando la sesta stagione al Motomondiale Moto2.

LEGGI ANCHE>>> Quartararo e il dualismo con Marquez: ecco il futuro del rider Yamaha

A chi daranno il cambio, i due giovani iberici? Ad Alvaro Bautista, che saluta la Honda per tornare in MotoGP in Ducati, nel 2022 ed a Leon Haslam, che per adesso non conosce il proprio futuro prossimo. Le parole del Team Manager della squadra però, fanno capire che per lui non ci sarà più posto almeno per i prossimi anni, alla Honda: “Durante il tempo che abbiamo trascorso lavorando insieme, abbiamo avuto l’opportunità di apprezzare Leon come pilota e come persona. Vogliamo ringraziarlo per il suo duro lavoro, dedizione e pieno impegno per il nostro progetto e il team. È stato un piacere lavorare con lui e gli auguriamo tutto il meglio per il futuro”.