Pol Espargaro, il cambiamento dovuto a Marquez: ecco ora cosa fa

Per la prima volta, Pol Espargaro ha convissuto per un’intera stagione, con Marc Marquez: ecco ora cosa è cambiato.

Pol Espargaro (Getty Images)
Pol Espargaro (Getty Images)

Lo spagnolo Pol Espargaro, è arrivato in Honda da un solo anno, lì, vi ha trovato il connazionale e otto volte campione del mondo, Marc Marquez. Stando alle sue confessioni a motorsport.com, alcuni incontri possono cambiare il corso di una carriera, come infatti il classe ’91, che avrebbe provato sulla sua pelle, quanto possa essere importante lavorare con un talento come quello di Cervera.

Espargaro, ha sempre e solo avuto belle parole per Marquez, finendo anche per dargli un’investitura non da poco. Per la prima volta però, ha svelato un retroscena su come il suo approccio a questo sport, sia cambiato praticamente da un anno ad oggi. Lo spagnolo, ha davvero fatto tesoro della possibilità di sbirciare il lavoro del compagno catalano.

Pol Espargaro e l’allenamento cambiato

Al conosciuto sito che si occupa principalmente di motori infatti, il trentenne di Granollers, ha spiegato proprio che avere in squadra Marc Marquez, gli ha consentito di capire quali fossero le tecniche usate da quest’ultimo, per riuscire ad andare così veloce e quali allenamenti adottasse. Ovviamente il resto lo fa il talento, ma Espargaro dà uno spunto interessante a chi osserva con curiosità questi piccoli particolari.

“Negli ultimi anni, in KTM, il mio modo di lavorare durante l’inverno era diverso. Io andavo poco in moto, facevo poco cardio e molto più lavoro muscolare. Lo scorso inverno ho fatto già più motocross, e quest’inverno intensifico i giorni di flat track. Vedendo come lavora Marc, penso che questo possa aiutarmi molto”, ha spiegato l’ex KTM e Yamaha.

Pol Espargaro svela il suo eroe: non è Valentino Rossi

I risultati a questo punto, per il catalano che ha confessato di non volere assolutamente che i figli un giorno facciano i piloti, li conosceremo solo a metà stagione, quando sarà possibile tirare qualche somma sull’operato dei piloti, con le loro nuove moto. Pol, resta in Repsol Honda, dove viaggerà con la moto giapponese per il secondo anno, mentre se riuscisse a partire senza problemi, Marquez inizierà con la società nipponica, l’undicesimo Mondiale.