Rinnovo Insigne, l’agente vuota il sacco: ecco come stanno le cose

In casa Napoli continua a tenere banco il caso legato al rinnovo di Lorenzo Insigne. L’agente ha cercato di fare chiarezza sulla situazione.

Lorenzo Insigne (Getty Images)
Lorenzo Insigne (Getty Images)

Al Napoli, c’è qualcuno che gioca titolare ed è anche a scadenza di contratto. Lo sanno tutti, si parla di Lorenzo Insigne, cui il Napoli avrebbe inviato una nuova proposta pochi giorni fa, ma per adesso non c’è nero su bianco.

Anzi, ci sono le solite voci che si rincorrono e per il 10 della Nazionale e capitano partenopeo, si era profilata anche una trattativa con una squadra americana, di cui però non è mai venuto fuori il nome.

Al momento, Insigne non tratta con la MLS

Per adesso, sembrerebbe che i tifosi azzurri possano star tranquilli, anche se non c’è mai da mettere la mano sul fuoco, perché “Il calcio è bugia”, come disse una volta, un allenatore navigato come Rafa Benitez, che ultimamente ha raccontato della sua quarantena in Cina.

Ed appunto una bugia, sperano i tifosi e la società napoletana, non l’abbia raccontata il procuratore stesso dell’attaccante di Fratta Maggiore, Vincenzo Pisacane. L’agente napoletano però, non ha mai raccontato che di altre trattative, il suo assistito non ne stia seguendo, visto che da gennaio potrà accordarsi con altre squadre, per la prossima stagione. Chiunque avesse avuto la soffiata però, di un interessamento negli USA per Il Magnifico, aveva sbagliato obiettivo, stando alle parole di Pisacane.

LEGGI ANCHE>>> Quando torna Abraham dall’infortunio? Mourinho in apprensione

Non è il calcio statunitense, che interesserebbe il capitano del Napoli, infatti. L’azzurro, impegnato con la Nazionale nella scorsa settimana, avrebbe incontrato il proprio agente per parlare d’affari, ma non di MLS. Pisacane, infatti, ha chiarito rilasciando una dichiarazione a Il Mattino, affermando che: “Abbiamo avuto solamente un incontro per discutere di possibili investimenti immobiliari di Lorenzo negli Stati Uniti. Di altro non abbiamo parlato”.