Sainz, ecco quale grande lezione ha imparato in F1 in questi anni (VIDEO)

Carlos Sainz è ormai un pilota affermato ed esperto nel mondo della F1. Dal debutto del 2015 ad oggi sono cambiate molte cose.

Carlos Sainz (Getty Images)
Carlos Sainz (Getty Images)

La Ferrari ha deciso di puntare su una coppia molto giovane e priva di campioni del mondo per tornare grande. Accanto a Charles Leclerc, che nel 2022 disputerà la sua quinta stagione in Ferrari, è arrivato Carlos Sainz, che non ha minimamente fatto rimpiangere Sebastian Vettel.

Lo spagnolo ha fatto ricredere tutti gli scettici, chiudendo al quinto posto il mondiale appena concluso, risultando il primo degli altri dopo gli imprendibili alfieri di Red Bull e Mercedes. Con ben quattro podi conquistati contro il solo secondo posto di Silverstone portato a casa dal compagno di squadra, il figlio del due volte campione del mondo rally è pronto a stupire ancora, con la certezza di poter puntare in alto.

Recentemente, Sainz ha affermato di non temere Lewis Hamilton o Max Verstappen. In caso di monoposto competitiva, Carlitos crede di poter battere i due fenomeni che hanno monopolizzato la F1 nel 2021. Tutto dipenderà dalla vettura che la Ferrari sarà in grado di mettergli in mano tra pochi mesi, poiché le qualità del pilota ci sono in abbondanza.

F1, grande ritorno in vista: il vecchio pilastro del circus pronto al ritorno

Sainz, ecco come è cambiato il suo modo di guidare

Carlos Sainz aveva mostrato un buon talento sin dai tempi dei kart, e la sua specialità è stata molto diversa da quella del padre sin dalle prime esperienze. Lo spagnolo ha dovuto cambiare il suo stile di guida per diverse volte, dal momento che in molti lo bacchettavano per il suo essere troppo gentiluomo in pista.

In un video caricato dal canale della F1 suoi suoi account social, il nativo di Madrid ha affrontato proprio questo discorso, dove è stata fondamentale anche la figura paterna: “La prima cosa che ho imparato, e che mio padre ha sempre tentato di farmi capire è la seguente: “Devi mordere per primo, altrimenti verrai morso dai tuoi avversari”. Ero sempre troppo gentile con i miei colleghi, mentre loro tentavano sempre di guidare in modo aggressivo spingendomi fuori pista“.

Sainz ha riferito che è stato costretto ad un drastico cambiamento nel corso del tempo: “Ho capito che dovevo fare lo stesso con i miei avversari, e l’ho fatto diventando molto più aggressivo sul tracciato. Devo dire che mi sento soddisfatto della mia evoluzione come pilota, ma c’è sempre da migliorare qualcosa quando spingi così duramente“.

Hamilton è sempre più un caso: tutto tace anche al suo compleanno

Carlitos ora si gode il meritato riposo dopo una grande stagione, che lo ha visto primeggiare sul più quotato Charles Leclerc. Sarà bello vederli sfidarsi quando avranno una vettura da titolo, per vedere se i sorrisini di questo 2021 si trasformeranno in qualcos’altro. A quel punto ci sarà da divertirsi.